Sanità Calcio. Dura sconfitta nel derby col Plajanum

Plajanum:

Monteleone, Di Guida, Di Pauli, Esposito Antonio, Florio (14′ Esposito Diego), Palmitessa, Esposito Salvatore (74′ Carasta), La Cava, Battaglia, Procentese, Pollastro (67′ Polizio)

A disposizione: Canetti, Cuomo, Severino, Pollio

Allenatore: Marino

Sanità Calcio:

Russo, Piccolo, Pugliese (69′ Morra), Massaro, Milo, Buonfante (16′ Lo Bascio), D’ Ario, Keita, Pennino, Pengue, Casolaro (65′ Arrichiello)

A disposizione: Lombardo, Romeo, Meglio

Allenatore: Cuomo / Vitolo

Arbitro: Carmine Villani di Torre del Greco

Marcatori: 27′ e 73′ Esposito Salvatore, 70′ Esposito Antonio e 71′ Polizio (P) 85′ D’ Ario su rigore (S)

Spettatori: 45 circa

Angoli: 1-0

Ammoniti: 24′ Esposito Antonio (P) 42′ Lo Bascio, 57′ Milo e 82′ Keita (S)

Espulso: nessuno

Recupero: primo tempo 2′ minuti, secondo tempo 3′ minuti

Note: Al 41′ Pennino (S) calcia fuori un calcio di rigore ‚Äì all’81’ Palmitessa (P) lascia il campo per infortunio non avendo piu’ sostituzione i locali chiudono in dieci uomini

Al complesso sportivo Paratina il derby napoletano tra i padroni di casa del Plajanum e la Sanità Calcio termina con il netto successo locale per 4 a 1, un risultato pesante per gli ospiti soprattutto dopo un primo tempo equilibrato, nel quale la Sanità Calcio sbaglia il rigore del pareggio, poi nella seconda frazione dopo 25 minuti di nulla assoluto, vanno in bambola subendo 3 reti in 3 minuti, a niente serve la rete della bandiera nel finale.

Passando alla cronaca la gara inizia subito su ritmi molto alti, la prima occasione è per gli ospiti con Casolaro al 3′ autore di un ottimo spunto personale sulla ¬æ centrale, poi, però pecca di egoismo, andando alla conclusione dal limite centrale, che tuttavia è molto pericolosa, infatti, sfiora l’incrocio, i locali rispondono al 15′ con Esposito Salvatore che è smarcato a tu per tu con Russo che a valanga a limite dell’area sx gli stoppa la conclusione, con il passare dei minuti lo spettacolo lascia il campo all’agonismo, infatti, cresce d’intensità la gara, si lotta ai limiti del regolamento su ogni pallone, in un tale contesto solo un episodio può sbloccare la gara, al 27′ punizione dalla ¬æ sx dopo una serie di batti e ribatti in area, Esposito Salvatore calcia dal dischetto realizzando la rete del vantaggio, sulle ali dell’entusiasmo i locali continuano ad attaccare alla ricerca del raddoppio, che non arriva per la grande deviazione in tuffo di Russo che al 38′ sfrutta tutti i suoi oltre 2 m di altezza per deviare una perfetta punizione di Procentese dal limite centrale, tuttavia passato lo sbandamento, gli ospiti si riorganizzano ed hanno una ghiotta occasione per pareggiare al 41′, quando Pengue è autore di un pregevole spunto sulla sx, appena dentro l’area è atterrato, del conseguente rigore se ne occupa Pennino, che, però calcia a lato.

Nella seconda frazione per 25 minuti si assiste al nulla assoluto il gioco ristagna a centrocampo con nessuna occasione da segnalare, poi 3 minuti di follia della Sanità Calcio, che riesce nell’impresa di subire 3 reti in reti in 3 minuti, nel dettaglio al 70′ Russo smanaccia malamente un cross, che giunge sui piedi di Esposito Antonio che calcia al volo dai 20 metri lato sx realizzando il 2 a 0, il tris è opera del neo entrato Polizio, che al 71′ sfrutta un’indecisione di portiere e difensore realizzando la rete del 3 a 0, il poker è servito da Esposito Salvatore al 73′ al termine di un’azione personale sulla dx, gli ospiti hanno un sussulto d’orgoglio all’85’ quando realizzano la rete della bandiera con D’ Ario su rigore, concesso per fallo commesso su Lo Bascio, nel recupero un’ultima occasione per parte, al 91′ Procentese scatta sulla dx ma la sua conclusione è boccata da Russo, al 93′ Keita sfiora l’incrocio su punizione calciata dal limite centrale.

Termina dunque 4 a 1 per i locali che restano al 6¬∞ posto a ridosso della zona play-off nella speranza di recuperare terreno sulla quarta in classifica, in quanto probabilmente per la regola dei 10 punti, la quinta non riuscirà a disputare la post season, viceversa ennesima sconfitta per la Sanità Calcio che al momento attuale vede ridotte al lumicino le speranza di evitare la post season.