Salerno Guiscards. Team pallavolo, ecco la data di inizio stagione

Il team volley della Salerno Guiscards è pronto a riaccendere i motori. Dopo essersi fermata in maniera assolutamente responsabile, ancor prima che la Campania fosse proclamata zona rossa, la squadra cara al presidente Pino D’Andrea ha finalmente conosciuto la nuova data di inizio del prossimo campionato di serie C femminile. Programmato per lo scorso 21 novembre, il torneo scatterà il prossimo 23 gennaio. A comunicarlo è stato il comitato regionale della Campania della Fipav che ha pubblicato la nuova indizione dei campionati regionali.

Tante le novità ma non mancano certo le incognite. Al di là della situazione legata all’emergenza sanitaria, a tenere banco resta sempre la questione delle palestre scolastiche. Se la Salerno Guiscards può contare sulla Senatore, non tutte le avversarie delle foxes, allenandosi e giocando nelle scuole, hanno a disposizione un impianto. La speranza è che la situazione possa risolversi in tempi rapidi ma almeno dopo settimane di inevitabile silenzio, qualcosa si è mosso: «La decisione di ufficializzare la data di avvio dei campionati di C con le relative formule di svolgimento – ha dichiarato il presidente Pino D’Andrea – è sicuramente un primo segnale positivo da parte della Fipav. Ovviamente il problema più spinoso da risolvere resta quello della disponibilità degli impianti sportivi, in particolare delle palestre scolastiche. Al momento non vedo segnali incoraggianti, considerando che almeno a Salerno gli istituti resteranno sicuramente chiusi fino al 3 dicembre».

In tal senso sarebbe anche meglio pensare a soluzioni alternative: «A mio modesto parere, se consideriamo l’evolversi della pandemia in aggiunta alla macchina burocratica che dovrà “liberare” le palestre scolastiche, inizierei ad ipotizzare già da subito una soluzione alternativa, volta a non creare disparità tra le società iscritte al campionato. Se entro metà dicembre non arriveranno segnali positivi da parte delle società in attesa di palestra, sarà bene prendere una decisione drastica. Quale? Se la filosofia sarà quella di “tutti o nessuno”, al fine di evitare un’altra falsa ripartenza (e quindi ulteriori spese) delle società in possesso delle strutture, bisognerebbe annullare subito la data del 23 gennaio e riprogrammare tutto, sperando in tempi migliori. Mi rendo conto che non è una situazione facile da gestire, ma sono fiducioso sull’operato e sul buon senso del comitato regionale».

Tante, invece, le novità per quanto riguarda la nuova formula del torneo di serie C. Le venti squadre al via saranno suddivise, attraverso un sorteggio integrale in programma il prossimo 7 dicembre, in quattro gironi e disputeranno nella prima fase gare di andata e ritorno. Al termine di questa fase sarà stilata la classifica avulsa con le prime dieci, divise poi in due gruppi da cinque, che si giocheranno la poule promozione e le ultime dieci, sempre in due gruppi da cinque, che saranno impegnate nella poule salvezza. Le prime due classificate di ciascun girone della poule promozione accederanno ai play off dove in palio ci saranno due promozioni in serie B2. Le quattro squadre qualificate disputeranno gare di andata-ritorno ed eventuale spareggio sul campo della squadra meglio classificata. Le due squadre perdenti degli spareggi promozione disputeranno, su campo neutro, una gara per la definizione della classifica finale mentre le due promosse in serie B2 Femminile Nazionale disputeranno, in campo neutro, una gara per l’attribuzione del titolo di Campione Regionale. Le ultime due classificate di ciascun girone della poule salvezza retrocederanno in serie D.