Salernitana. Si ritorna a fare punti, Bovo-gol per l’1-1 col Cesena

Dopo tre sconfitte consecutive trova un punto, contro il forte Cesena, una Salernitana che aveva voglia di non soccombere contro la seconda forza del campionato cadetto. Il gol arrivato dopo ben 324 minuti per la squadra di Torrente porta la firma di Bovo che è stato abile a ribattere in rete un palo preso da Schiavi su palla inattiva. Il Cesena, che si sta specializzando in rimonte, è riuscito nell’ultimo quarto d’ora di gara a raggiungere il sospirato pareggio con Ciano che è stato mandato in campo nella ripresa e che ha fatto praticamente la differenza entrando in ogni azione dei suoi compagni. Ed i romagnoli a tempo scaduto, con il capitano Lucchini, hanno avuto a portata di mano il gol-vittoria ma la palla ha sorvolato la traversa. Francamente sarebbe stata una beffa atroce per la Salernitana che tutto sommato è piaciuta, ha preso il classico brodino per rimettersi in carreggiata e nelle prossime due gare contro Lanciano e Perugia, in casa, avrà anche la possibilità di lasciare le zone basse della classifica.

LA PARTITA Drago ha dovuto fare a meno di Sensi, che è un gioiellino, lasciando spazio a Djuric e Ragusa in attacco. La Salernitana ha usufruito del recupero di Gabionetta, che è il capocannoniere del torneo di B con Coda e Troianiello, dal primo minuto in campo in fase offensoiva. Difesa con Empereur sulla fascia sinistra, centrali Schiavi e Lanzaro. Tra i pali Strakosha. Gara molto tattica nei primi minuto di gioco tra due squadre che si sono affrontate con rispetto e, come ha anche sottolineato Drago a fine gara, il campo di Salerno fa sempre paura a tutti. Prima conclusione al 19′ di Coda che ha sfiorato il vantaggio su uno svarione di Caldara. 30′ Ragusa, l’ex apparso in ombra ha cercato con un tiro dalla distanza di impensierire il portiere di casa. Poi al 33′ su palla inattiva da calcio d’angolo palo pieno di Schaivi con il pallone che è arrivato sui piedi di Bovo che ha tirato incocciando anche il piede di Lucchini. Gol importante perch√© la Salernitana si è sbloccata sostenuta dal suo impareggiabile pubblico (oltre novemila presenze sugli spalti). Finale emozionante della prima parte della gara. Poaalo di Garritano e sulla ripartenza granata Empereur ha colpito il legno della porta di Gomis. Nella ripresa Drago ha cambiato un poco le cose in campo anche perch√© il Cesena non ci stava a perdere. Azzuoni ficcanti dei romagnoli ma il gol non è arrivato fino al 34′ quando Ciano, entrato al 20′ su cross di Djuric ha preso palla ad Empereur (i granata si lamentano per un presunto fallo in gioco pericoloso) e con una sassata ha battuto Strakosha. Salernitana a corto di fiato e mai pericolosa nel secondo tempo, Cesena che ha intravisto la possibilità del sorpasso che poteva riuscire al 50′ ma caputan Lucchini, solo solettop in area, ha mandato la palla, di testa, sulla traversa ed è finita fuori. Effettivamente sarebbe stata davvero una beffa per la Salernitana che non lo meritiva. Il punto della ripartenza, ha detto patron Lotito, è stato preso. Ora occorre continuità nella trasferta di marted√¨ a Lanciano prima di affrontare, sabato prossimo, lo spauracchio Perugia sempre all’Arechi. Per il Cesena il punto che voleva visto che in trasferta i romagnoli non è che facciano faville. Anzi. (CdS)

 

 

Condividi