Salernitana. Rizzi spiega il perchè del suo addio

Il giorno dopo gli addii, a farla da padrone sono i saluti di chi ha scelto di porre fine all’avventura in granata.
Non potevano mancare le dichiarazioni dell’ormai ex granata Rizzi che a Solo Salerno dichiara: “Vado via da Salerno non perch√© non ho gli attributi, ma perch√© mia moglie sta per laurearsi e non poteva più scendere a Salerno. L’arrivo del nuovo direttore riporterà il sereno in un ambiente fin da sempre molto pacifico. Non ho mai avuto problemi con i miei ex compagni di squadra, anzi posso dire che con Simone Piva si era creato una buona competizione. Fanno male le parole di Giubilato quando dice che è un onore giocare con la maglia della Salernitana, lasciando intendere che magari qualcuno non fosse all’altezza di indossare la casacca granata, fanno male perch√© lui viveva lo spogliatoio quotidianamente e sapeva come andavano le cose nello spogliatoio granata.
Perrone? Lo stimo, sono molto legato a lui, certo potevo giocare di più, ma non mi chiedete del suo futuro, finirei col rispondervi che il suo destino dipende dai risultati. Auguro il meglio al mister e alla Salernitana, a mio modo di vedere queste rivoluzioni sono all’ordine del giorno quando mancano i risultati, mi auguro che a Salerno come in altre piazze possano trovare più spazio quei giocatori che danno l’anima in allenamento come Zampa, Gustavo e Sbraga ma trovano poco spazio nelle gare ufficiali.”
Roberto Annunziata
Condividi