Salernitana inguardabile, l’Atalanta ne fa 8 ai granata

Una brutta Salernitana crolla a Bergamo sotto i colpi di una bella e cinica Atalanta.

Con un primo tempo attento e spietato i nerazzurri chiudono la pratica e liquidano la compagine granata, apparsa frastornata e in piena confusione. La ripresa si gioca più per il tabellino, un roboante e pesantissimo 8-2 è il risultato finale.

Inizio subito vivace della dea che al quinto minuto passa: Boga dalla sinistra si accentra, il tiro deviato da Pirola batte Ochoa, bravo quattro minuti dopo a salvare su un rasoterra di Koopmeiners.
Al 10′ minuto reazione degli ospiti che provano a restare nel match, Piatek spizza di testa e trova Dia, lesto ad anticipare e superare Musso. Per i granata è però solo un’illusione, l’inizio di una serata da incubo.

I padroni di casa appaiono in gran giornata, Ochoa salva su Lookman, raddoppio solo rinviato. Al 20’min. fallo di Fazio su Hojlund, l’arbitro fischia la punizione, interviene il Var per segnalare che l’irregolarità è in area: Lookman realizza il rigore nonostante Ochoa tocchi il pallone. Due giri di lancette ed arriva il tris, angolo dalla destra, Scalvini salta e anticipa il diretto marcatore.

Si continua a giocare in una sola metacampo e in tre minuti i bergamaschi calano poker e pokerissimo. Al 38′ minuto ancora Fazio protagonista in negativo, fallo in area su Hojlund e secondo penalty per i padroni di casa. Ochoa ipnotizza Koopmeiners che però fa 4-1 sulla ribattuta. Al 41′ minuto Hojlund lanciato in profondità, vince il duello con Fazio e trafigge con un tiro preciso e forte l’estremo difensore granata.

Il secondo tempo si apre con la doppietta di Lookman che, con una conclusione da fuori area, realizza la sesta rete. Sussulto granata con Nicolussi Caviglia, rasoterra chirurgico che supera Musso. La serataccia però non è finita, i granata sono costretti ad assistere alle reti di Ederson (61’min.) e Zortea (85’min.) entrambi ex di giornata.

Con questa sconfitta i granata restano quintultimi con 18 punti, mantenendo nove lunghezze sul Verona e sulla Sampdoria (impegnata domani a Empoli). Gli orobici raggiungono la Lazio a 34 punti in quinta posizione, sabato chiudono il girone d’andata allo Stadium contro la Juve di Allegri.

Atalanta – Salernitana 8 – 2

Reti: 5′ pt Boga (A), 10′ pt Dia (S), 20′ pt, 9′ st Lookman (A), 23′ pt Scalvini (A), 38′ pt Koopmeiners (A), 41′ pt Hojlund (A), 11′ st Nicolussi C. (S), 16′ st Ederson (A), 40′ st Zortea (A).

Atalanta: Musso, Toloi (13′ st Demiral), Palomino, Scalvini, Zappacosta (13′ st Zortea), De Roon (1′ st Ederson), Koopmeiners, Ruggeri, Boga, Lookman (36′ st Maehle), Hojlund (19′ st Zapata). All. Gian Piero Gasperini

A disposizione: Rossi, Sportiello, Okoli, Muriel, Djimsiti, Hateboer, Pasalic, Soppy.

Salernitana: Ochoa, Lovato (1′ st Gyomber), Fazio (26′ st Radovanovic), Pirola (41′ st Sambia), Candreva, Coulibaly L., Nicolussi C., Bradaric, Vilhena (26′ st Kastanos), Dia (26′ st Bonazzoli), Piatek. All. Davide Nicola

A disposizione: Fiorillo, De Matteis, Capezzi, Bohinen, Valencia, Botheim.

Arbitro: Gianluca Aureliano di Bologna.

Assistenti: Andrea Zingarelli (sez. Siena) – Dario Garzelli (sez. Livorno).

IV uomo: Daniele Paterna (sez. Teramo).

Var: Federico Dionisi (sez. L’Aquila).

Assistente Var: Oreste Muto (sez. Torre Annunziata).

Ammoniti: Koopmeiners (A)

Angoli: 5 – 2

Recupero: 3′ pt,

dal nostro inviato al Gewiss Stadium Pasquale Lucchese