Salernitana. Il naufragio di Bergamo porta all’esonero?

Quella di Bergamo ha sancito l’ottava sconfitta stagionale per la Salernitana, la più dura dall’inizio del campionato vista la quantità di reti messe a segno dall’Atalanta. Un risultato che va oltre a quello tennistico, un 8-2 che senza scusanti per il tecnico Davide Nicola, che mai come stasera sente la sua posizione in bilicio.

Risultati non proprio ottimali quelli del tecnico della storica salvezza nella scorsa stagione, ma che adesso potrebbe aver terminato i gettoni a sua disposizione. La quarta sconfitta in cinque partite e una vittoria che ormai manca dal 30 ottobre, quando arrivarono i tre punti contro la Lazio. Lecito pensare che la società attualmente starà già valutando il da farsi, con il presidente Danilo Iervolino che si interroga con il direttore sportivo Morgan De Sanctis per decidere sul futuro dell’allenatore e di un eventuale sostituto.

Una scelta, quella di cambiare guida tecnica, che dovrà arrivare presto visto che sabato prossimo arriverà il Napoli all’Arechi, per il derby della 19esima giornata. Difficilmente Nicola sarà salvato, come lo scorso novembre, dove ottenne la conferma dopo le sconfitte con Fiorentina e Monza. Mazzarri prima scelta come sostituto, le alternative D’Aversa e Di Francesco.