Salernitana. I tifosi chiedono maggior impegno alla squadra

A fine allenamento clima di “contestazione pacifica” all’esterno del ‘Principe degli Stadi’. Il primo ad essere avvicinato è stato Matteo Guazzo al quale è stata chiesta maggiore freddezza sotto porta, con il Principe che avrebbe risposto: “Non mi crocifiggete per gli errori di Ascoli, non dimenticate le 20 reti in 18 mesi con la maglia granata”.
Poi è stato il turno di Tuia, Luciani e di capitan Montervino, ai quali i supporters hanno chiesto “maggiore impegno, lo stesso che ci mettiamo noi cantando per 96 minuti”.
La parola è passata poi all’allenatore granata, che ha spiegato: “Domenica l’impegno è massimo per battere il Viareggio e l’impegno sarà massimo anche per rilanciare la Salernitana nelle posizioni alte della classifica”.
Ultimo ad uscire dagli spogliatoi il “Cobra”, Ciro Ginestra, che con testa bassa non si ferma a capire cosa stava succedendo e a passo svelto si divincola da tutto e tutti.
Intervistato dai cronisti sulla ‘querelle’ Susini-Ginestra, il dirigente granata scherza: “Tutto rientrato ho parlato con Ciro, e gli ho dato anche un bacio, lasciandogli il segno. (ride facendo riferimento al tatuaggio che il bomber granata si è tatuato sul collo).

Condividi