Roma. Spalletti mette nel mirino il Napoli: “Non siamo stanchi, ma pronti”

“Non siamo stanchi, siamo pronti”. Il ko nel derby è il passato. E Luciano Spalletti guarda al futuro mettendo nel mirino il Napoli, avversario domani pomeriggio all’Olimpico. “Sarà una gara difficile, delicata. Servirà tantissima attenzione, forza e qualità” ammette il tecnico toscano, chiedendo alla Roma una reazione: “Dai miei giocatori mi aspetto tutta la maturità guadagnata nel percorso fatto da inizio stagione. Dobbiamo giocare questa partita con le stesse possibilità che ha il Napoli, anche se ha riposato un giorno in più. Ma noi non ci garba fare compassione agli altri, quindi si gioca ad armi pari”. Insomma, per Spalletti la Roma è “nelle condizioni di fare la partita, come nel derby”. Già, il ko per 2-0 nella semifinale d’andata di Coppa Italia con la Lazio è ancora fresco: “Io l’ho rivista bene la partita, e tutta questa differenza non l’ho notata anche se il risultato ci penalizza in maniera importante, loro al ritorno saranno avvantaggiati”. Ma la Roma venderà cara la pelle: “Da quando faccio questo lavoro ho perso circa 200 partite e preso 700-800 gol. In stagione abbiamo fatto circa 60 partite, perdendone 11 e prendendo tanti gol. E tutte le volte che è successo ho avuto qualcosa da dire e soprattutto i giocatori qualcosa da fare. Su queste 60 partite poi – aggiunge Spalletti – ci sono 27 gare dove abbiamo fatto almeno tre gol, per cui sia domani sia nel derby di ritorno io avrò di sicuro qualcosa da dire e la squadra qualcosa da fare. Probabilmente non sarà facile, ma sicuramente non sarà impossibile. Abbiamo il 30% di possibilità”. ansa