Roma. Spalletti: “Crediamo ancora allo scudetto”

Luciano Spalletti oggi ha tenuto una conferenza stampa dove ha rilasciato alcune dichiarazioni molto importanti. Il mister giallorosso ha iniziato il discorso parlando della lista infortunati: “Juan Jesus rientra in gruppo, domani Perotti non ci sarà, Florenzi prosegue il percorso riabilitativo e Vermaelen ha questo problema alla mano: dovremo capire come farlo allenare nei prossimi giorni. Per il resto sono tutti a disposizione”.

Poi Spalletti parla del match di domani con la Fiorentina: “In quella partita ci furono degli episodi che potevamo sfruttare in maniera diversa e meglio. Rispetto ad allora la squadra è maturata, è cresciuta e può ancora migliorare. Dobbiamo metterci qualcosa di più sotto l’aspetto della velocità del gioco offensivo, e poi mantenere quello che abbiamo fatto nelle ultime partite”. “I viola hanno attraversato un periodo di difficoltà, come capita a tutti nell’arco di un campionato, ma ora stanno bene. Hanno ritrovato qualche calciatore fondamentale. Sarà una gara equilibrata e difficile”. Dopodich√© il tecnico giallorosso parla dell’irruzione nella diretta Sky e del problema dello stadio: “L’incursione l’ho fatta perch√© penso fosse giusto cos√¨. Andando in giro per il mondo mi sono reso conto che ci sono sempre risvolti positivi nell’economia di una città da abbinare a questi progetti. Non voglio parlare di politica, si tratta di possibilità di investimento per un Paese intero. Anche in Paesi meno avanzati gli stadi sono migliori dei nostri”.

La Juventus ha vinto anche contro l’Inter, lo scudetto sempre più lontano? “Noi dobbiamo rimanere attaccati a tutto quello che è possibile. La Juventus va forte, ma è guardando a loro che dobbiamo trovare stimoli. Dobbiamo credere che sia possibile ancora tutto, giocare pensando a questo. Anche se la Juventus è avanti sotto tutti gli aspetti, ha il suo stadio di proprietà”. Spalletti poi parla del caso Gerson: “Quella di mandarlo in Primavera è stata una scelta mia, ma è una cosa normale. Non è nessuna punizione. Anzi, ha fatto pure il capitano. L’ho mandato a giocare perch√© ne aveva bisogno. Dire che l’abbiamo punito è una sciocchezza”. Come sarà l’olimpico domani, dopo il 6 nazioni giocato ? “Ma ci siamo informati con il CONI e pare che abbiano sostituito le zolle di una porta, proprio per renderlo migliore in quei posti dove è stato calpestato di più. Bisogna tutelare lo spettacolo, probabilmente questa addizione di eventi non è di aiuto. Anche se sono convinto che la gara sarà godibile lo stesso”.

Nunzio Marrazzo

Condividi