Roma-Palermo. Spalletti manda via Totti, il capitano esonerato dai convocati

Niente partita con il Palermo per Francesco Totti. Il numero 10 della Roma – si apprende da fonti della società – è stato mandato a casa su decisione del tecnico Luciano Spalletti che non lo ha inserito tra i convocati ufficialmente per motivi tecnici. Totti ha lasciato il ritiro ed e’ tornato a casa. Dopo le dichiarazioni rilasciate ieri sera al Tg1, il capitano della Roma ha avuto questa mattina un confronto con Spalletti che gli ha comunicato che non sara’ tra i convocati per la gara di stasera, alle 20.30, contro il Palermo, contrariamente a quanto annunciato ieri pomeriggio. Il numero 10 ha accettato la decisione dell’allenatore e ha salutato gli increduli compagni, lasciando amareggiato il centro sportivo “Fulvio Bernardini”.

https://www.youtube.com/watch?v=T2dYByyFzw4

Il capitano della Roma ieri sera si era sfogato ai microfoni del Tg1, chiedendo “un po’ piu’ di rispetto, per quanto dato alla societa’ e alla squadra”. A Totti, 39enne in maglia giallorossa da quando era un ragazzino (nell’89, a soli 13 anni), scadrà a giugno il contratto che lo lega al club capitolino. “Valuterò qualsiasi cosa dovesse uscire, perch√© non riesco a stare cosi’: sto male io e sta male la gente intorno a me”, ha aggiunto il numero 10 dei capitolini. “Io non sto qua a dire che voglio giocare. Non l’ho mai detto a nessuno. Ma sto bene e sono a disposizione”, ha precisato Totti, auspicando di aver piu’ spazio, dopo aver disputato soltanto gli ultimi tre minuti della sfida di Champions di martedi’ sera contro il Real Madrid. Adesso si attendono le dichiarazioni nel pre e post gara di questa sera dei dirigenti della Roma, Baldissoni in primis, e del tecnico Spalletti. Difficile, invece, che Totti aggiunga altre dichiarazioni, dopo quanto affermato ieri sera. In settimana, infine, dovrebbe intervenire e magari chiarire tutto il presidente Pallotta, direttamente dagli Stati Uniti.