Roma. De Sisti: “Inutile nascondersi, giallorossi da tricolore”

“Questa Roma ha sorpreso anche me. Inutile dire ‘proviamo ad entrare tra le prime tre’, qu√¨ ci sono 9 vittorie, alcune importantissime, i giallorossi non possono nascondersi dietro a un dito, adesso dovranno dire che lottano per il titolo fino in fondo”. L’ex bandiera di Roma e Fiorentina, Giancarlo De Sisti, dopo la vittoria di Udine vede la Roma di diritto tra le pretendenti al titolo. “Non conoscevo molto bene Rudi Garcia, sto imparando ad apprezzarlo -porsegue De Sisti ai microfoni di Radio Anch’io Sport-, c’era la curiosità di sapere se il desiderio di rivincita e le motivazioni avrebbero portato ai successi sperati ma stiamo andando oltre qualsiasi previsione. Il tecnico ha grandi capacità di comando e gestione, ha la squadra in mano”. “L’impenetrabilità della difesa sta nel lavoro del gruppo che si sacrifica e opera all’unisono. Poi c’è la posizione fondamentale di De Rossi che, come con Spalletti, gioca davanti a i centrali -sottolinea De Sisti-. Per quanto riguarda la fortuna c’è quando te la vai a cercare. La Roma ci ha abituato ad essere un po’ pazza, a Roma diventiamo fenomeni dopo aver vinto ma poi ci deprimiamo dopo una sconfitta, e questo è un pericolo. Un uomo immagine? No, c’è il gruppo. Potremmo citare tanti giocatori ma questo è un gruppo che si riconosce nel suo allenatore”. (adnkronos.com)

Condividi