Real San Gennarello. “Man of the Match”, Robustelli: “Concentrati contro il Poggiomarino”

Consueto appuntamento settimanale con la nostra rubrica del Man of The Match. Protagonista quest’oggi è l’estremo difensore biancorosso Mariano Robustelli, autore di un’ottima prova nel match di campionato contro il San Marzano. Prodigioso un suo intervento nella ripresa, a neutralizzare una sortita d’attacco da parte della squadra avversaria. Riflesso felino di puro istinto il suo, sintomatico di quelle che sono le capacità tecniche di un portiere dal rendimento costante, forse tra i più bravi dell’intero girone.

Dopo due vittorie consecutive, una battuta d’arresto a San Marzano. Alla luce di quanto vistosi in campo, avreste meritato qualcosina in più?

E’ stata una gara molto equilibrata per l’intero arco dei novanta minuti, a deciderla una soluzione da palla inattiva. Questo rende merito agli avversari, capaci più di noi di massimizzare il minimo sforzo. Purtroppo il calcio è uno sport anche episodico e quando ti viene a mancare il beneficio della concretezza, rischi di perdere una partita che avresti meritato quantomeno di pareggiare. Cos√¨ è stato ma detto ciò, mi rincuora il fatto che la squadra si sia ben disimpegnata, mostrando determinazione e una buona mole di gioco.

Può questa prestazione avervi dato una maggiore consapevolezza dei vostri mezzi?

Siamo un gruppo coese e determinato, consapevole di potercela giocare alla pari con tutti. Le buone prestazioni ed i risultati infondono, senza dubbio, una maggiore consapevolezza ed ti aiutano in un processo di crescita funzionale al raggiungimento, sul campo, dei risultati sportivi. C’è da parte nostra la convinzione di poter continuare a far bene.

Vi manca ancora qualcosina per il definitivo salto di qualità?

C’è sempre qualcosa da migliorare, con sacrificio e abnegazione dovremo riuscire a limare quelle che sono alcune lacune ancora esistenti. Affinchè ciò avvenga, sarà fondamentale proseguire sulla strada che abbiamo intrapreso qualche mesa fa. Mai abbassare la tensione, dopo tanti sacrifici riusciremo a toglierci le soddisfazioni che meritiamo.

Sabato derby contro il Poggiomarino. Che partita sarà?

Sarà una partita aperta ad ogni tipo di risultato, loro sono una buona squadra e verranno qui a giocarsela. Dal canto nostro, consci di quelle che sono le nostre potenzialità, proveremo a portare a casa i 3 punti, consolidando in questo modo quella posizione di classifica che, ad oggi, varrebbe i play-off. Concentrazione massimale per l’intero arco della gara: è questo quello che io ed i miei compagni dovremo fare. Dopo una sconfitta, bisogna tornare a fare punti.

Il tuo sogno, in ambito calcistico, da realizzare?

Mi trovo bene qui al Real e non vi nascondo un desiderio: quello di poterci restare il più a lungo possibile. Mi trovo benissimo in questa che considero una grande famiglia, un contesto gioviale composto da persone perbene prima che da colleghi calciatori. Lo spirito venutosi a creare permette ad ognuno di noi di essere parte integrante del gruppo. Stesso dicasi per la società, sempre pronta a sostenerci nei momenti di massima difficoltà. Insomma, nella famiglia Real, ci sono le condizioni ideali per poter fare calcio.

Cosa pensi di promettere ai tifosi del Real?

L’impegno costante, dedizione e spirito di sacrificio. Faremo di tutto da qui fino alla fine per dare a loro le soddisfazioni che meritano. Tutti insieme, diretti alla meta: i play-off!

Condividi