Real Poggiomarino. A Teta risponde Romano, azzurri raggiunti nel finale

Real Poggiomarino – Angri 1 – 1

REAL POGGIOMARINO: Stabile, Cimitile, Villino, Mosca, Del Nunzio, Cangianiello, Scarpato (86’Rainone), Pelagione (54’Balzamo), Tortora (74’Balzano), Teta, Nunziata. All. Nocera. In panchina: Olivo, Caso, Cirillo, Ricciardi.

ANGRI: De Marinis, Ruggiero, Marsicano, Barone, Salvatore, Nasta (67’Quattroventi), Tortora, Loreto, D’Antonio, Pucci (69’Romano), Esposito (67’Rea). All. Silvestri. In panchina: Russo, Bove, Orlando, Palumbo.

ARBITRO: Guarnieri di Battipaglia.
ASSISTENTI: La Regina di Battipaglia e Iaccio di Salerno.

RETI: 57’Teta (RP), 90’Romano (A).

NOTE: Spettatori 200 circa. Espulso al 91′ Teta (RP) per doppia ammonizione. Ammoniti Real Poggiomarino: Cimitile, Mosca, Villino, Del Nunzio, Cangianiello, Balzamo. Ammoniti Angri: De Marinis, Nasta, D’Antonio, Romano.

POGGIOMARINO. Inizia finalmente il campionato di Promozione e la prima giornata del girone D propone immediatamente un match di cartello. Allo Stadio “Europa” di Poggiomarino, l’ambiziosa società del Real, ospita il neopromosso e blasonato Angri. Finisce senza vincitori nè vinti, con i padroni di casa che, però, restano con il grande amaro in bocca, vedendosi portar via il bottino pieno, nel finale, quando ormai la vittoria sembrava in ghiaccio. La prima frazione di gioco, nel complesso, non offre grandi emozioni, gli ospiti, tuttavia, sembrano maggiormente propositivi e, all’8′, su un tiro da fuori di Marsicano, Stabile si distende e devia in angolo. Per il resto, poco o nulla da registrare, eccezion fatta per qualche ammonizione. Nel secondo tempo, la gara cambia completamente il proprio volto. Il Real Poggiomarino, anche con l’ingresso di Balzamo, prende in mano le redini e sblocca il risultato. Al 54′, Balzamo, innescato da un preciso lancio di Teta, s’invola sulla sinistra, arriva sul fondo e crossa in area, dove Nunziata si fa anticipare al momento opportuno. Al 57′, arriva il gol del vantaggio ed è un capolavoro di Teta: su punizione dai venticinque metri, l’estro e la fantasia del numero dieci biancoblu, viene esaltata al massimo, con un sinistro perfetto, che aggira la barriera, si stampa sulla parte interna del palo e rotola in rete. Incassato lo svantaggio, l’Angri reagisce e, al 61′, centra una traversa, con un tiro da fuori di Loreto, con la palla che rimbalza successivamente nell’area piccola, senza oltrepassare la linea di porta. Al 63′, sprazzi di grande calcio, con Teta che, con un lancio millimetrico, serve Balzamo, sulla sinistra, che addomestica palla e serve, ottimamente, a centro area, l’accorrente bomber Tortora che, di testa, a botta sicura, conclude a rete, ma la traiettoria è troppo centrale e De Marinis evita il peggio, deviando in angolo. Al 73′, ancora Tortora, va vicinissimo al colpo del KO, quando viene servito, in maniera impeccabile, da Scarpato, compie un ottimo taglio, giunge in area e va al tiro con un preciso diagonale, su cui compie un gran miracolo De Marinis, toccando quanto basta, per deviarla fuori. Al 78′, è il Tortora ospite a sfiorare la marcatura, con un diagonale finito a lato di poco. Al 90′, con il recupero iniziato, arriva la doccia gelata per lo Stadio “Europa”: su un calcio da fermo, Del Nunzio trattiene Salvatore e l’arbitro decreta la massima punizione. Dagli undici metri, l’ex di turno Sasà Romano, non fallisce, spiazzando Stabile. Nell’occasione, i padroni di casa restano anche in dieci, per l’espulsione di Teta per doppia ammonizione.

Condividi