Real Ottaviano C5. Arriva l’ufficialità: “Favola infranta, cederemo il titolo”

Dopo tanto “dire” è mancato il “fare”, cos√¨ il Real Ottaviano rinuncia alla serie B, motivo principale l’assenza di un impianto di gioco adeguato alla categoria nazionale. Per questo Pasquale Iervolino punta il dito evidenziando le problematiche del campo e ringraziando quanti hanno indossato la maglia rossoblù, ecco le sue parole attraverso Facebook: “Era l’estate del 2014 quando decidemmo di allestire una squadra che in due anni potesse portarci a disputare un campionato nazionale. Ne ho viste e sentite tante,abbiamo STRAVINTO un campionato di serie C2 e C1 e portato a casa la coppa Italia campana. Nessuno ci ha mai regalato nulla.
In molti hanno indossato la maglia rossoblù, quasi tutti dignitosamente e di questo li ringrazio. La serie B richiede una struttura coperta che al momento sul nostro territorio non c’è e questo ci obbliga a giocare lontano da Ottaviano per un anno,due o forse per sempre,strutture coperte nei paesi limitrofi adeguate ad un campionato nazionale sono poche,la più vicina è Scafati,non è un alternativa adeguata,ci ritroveremo a giocare sempre in trasferta, lontani dall’affetto del nostro pubblico,non sarebbe più Ottaviano. Sono stati due anni stupendi,ricchi di gioia e amore per questa maglia e questa città.
Provo enorme dispiacere,per mio padre,per Luigi,per Gino,per Domenico,per i giocatori e per tutte quelle persone che ci hanno seguito ovunque,ogni sabato,in ogni provincia della regione,senza chiedere nulla in cambio,solo per la maglia della loro città. Non credevo che il calcio a 5 potesse regalare forti emozioni, mi ha confermato inoltre quanto mio padre è legato a questa città e allo sport,vederlo felice e soddisfatto per le doppia promozione mi ha riempito di gioia.
Il titolo di serie B passa di mano,lo consegneremo ad una società seria e che avrà un progetto ambizioso ma che soprattutto non avrà scopo di lucro. Sono giovane e ho ancora tanto da imparare, ho creduto PURTROPPO in una favola mai raccontata. √à stata un esperienza utile per il proseguo della mia vita,da questo momento piedi saldi e diffidenza per chi si dichiara amico mio. Mi sento pulito e soprattutto fiero. Oggi la sconfitta più brutta, oggi perde lo sport,oggi perde tutta Ottaviano. Sapete tutti però che la colpa non è nostra. Usciamo di scena, A TESTA ALTA E CON OTTAVIANO NEL CUORE ‚ù§Ô∏è💙”