Real Maceratese. Gli elogi di Gianchino: Squadra viva e piena di stimoli. I portieri? Mormile è un vero prodigio”

MARCIANISE – 17/02/2017

Una nuova scarica di adrenalina è stata sprigionata dal trionfo casalingo contro il Cimitile. Dopo alcune giornate sottotono, il team del presidente Andrea Guida e del vicepresidente Giuseppe Iannotta ha abbandonato la zona play-out della classifica del girone A di Promozione ed ora vuole allontanarsi definitivamente dal clima caldo e pericoloso. E domani, sabato 18 febbraio, i maceratesi del ds Salvatore De Cesare hanno l’occasione di mettere un altro tassello nel puzzle della salvezza diretta, in occasione della partita che si disputa alle 15 allo stadio Meomartini di Benevento contro la penultima della classe Real San Nicola. Una sfida da non fallire assolutamente contro una squadra che ha cambiato il progetto rispetto ad inizio stagione e che è composta esclusivamente da under.

Tra gli elementi di maggiore esperienza nello staff tecnico condotto da Giuseppe Cicala c’è il preparatore dei portieri Antonio Gianchino (senza dimenticare il preparatore atletico Elino Antonucci). Da parte sua è tanta la voglia di mettere in cassaforte la permanenza in Promozione con tre punti importanti a Benevento: Al Meomartini sarà una partita tosta. I ragazzi sono molto carichi per la vittoria di sabato scorso ed io sono molto fiducioso per l’esito. Lo staff tecnico ha preparato la sfida per far s√¨ di risalire la china il più presto possibile. Stiamo raggiungendo una solidità tale da non preoccuparci di lottare per i play-out. I ragazzi sono consapevoli di questa situazione ed infatti le lacune evidenziate nelle partite precedenti sono state colmate.

A far ritornare il sereno in casa biancoazzurra il successo per 1-0 contro il Cimitile, a cui ha contribuito il portiere Vincenzo Mormile con la respinta di due rigori: La vittoria è stata importantissima, anzi fondamentale. Dopo varie disavventure calcistiche, defraudate da varie situazioni, siamo riusciti a coronare un buon risultato. Questa è la dimostrazione che siamo ancora vivi ed abbiamo ancora stimoli. Un plauso particolare, non perch√© l’alleno io, va a Vincenzo Mormile che ha dato un contributo decisivo alla conquista dei tre punti. E’ un pilastro importante per questa squadra. Oltre a elogiarlo come portiere, è un uomo spogliatoio, in quanto aiuta i ragazzi e li stimola a fare meglio, con continui incoraggiamenti. Spero che possa ottenere risultati sempre più prestigiosi.

Mormile, vero e proprio pararigori con sei penalty intuiti agli avversari (Brancaccio dell’Albanova, Siciliano del Mondragone, Tufo dell’Olimpia Casalnuovo, Marotta del Cimitile e ben due rigori respinti tra andata e ritorno a Petrozzi del Cimitile) è il prodigio del reparto portieri che lavora sotto gli insegnamenti di Antonio Gianchino: Quest’anno ho avuto la fortuna di lavorare con tanti bravi portieri. Vincenzo Mormile è il top della categoria, all’andata era supportato da Pasquale Perrotta e Raffaele Suero, mentre nel girone di ritorno si allena ogni giorno insieme al ’98 Marco Esposito ed al ’99 Francesco Biancardo. Un grande elogio va anche a loro due che stanno contribuendo alla risalita della juniores con importanti prestazioni. Aneddoto sui rigori? Vincenzo è una persona molto meticolosa ed in settimana studiamo insieme come riuscire a pararli, con allenamenti sulle posizioni e sulla postura. E’ tutto uno studio che ovviamente si aggiungere alla dote innata del nostro portiere di intuire l’angolazione che decide il tiratore avversario.

In conclusione, l’ex preparatore dei portieri dell’Hermes Casagiove si sente emozionato per lo svolgimento di allenamenti e partite nel blasonato Progreditur di Marcianise: E’ sempre un’emozione pensare che stiamo giocando in un luogo in cui in passato sono stati disputati campionati importanti. E’ un campo prestigioso, con un’organizzazione più completa, che si accosta alla dimensione di un certo calibro. Questa opportunità cercheremo di onorarla in modo più importante. Stiamo facendo il possibile per avvicinare i sostenitori ed in attesa di avere il Progreditur a porte aperte, la squadra sta svolgendo il proprio lavoro, allenato da uno staff eccezionale capitanato da Giuseppe Cicala che con tanto amore sta portando questa città a risultati sempre più prestigiosi e nella speranza di coronare un sogno. La Real Maceratese è una realtà sempre viva, solida e che porta avanti valori importanti per il calcio della provincia di Caserta.

DOMENICO VASTANTE

UFFICIO STAMPA A.S.D. REAL MACERATESE

Condividi