Real Maceratese. Aiello sprona i suoi: Vincere col Poggiomarino. Prima la salvezza, poi ci divertiamo”

Reagire alla sconfitta contro la capolista Rinascita U.S. Vico per mettere un tassello importante nel raggiungimento della salvezza. La Real Maceratese è chiamata alla vittoria nella partita casalinga di domani, sabato 27 febbraio 2016, alle 15 contro il Real Poggiomarino. Al Centro Polisportivo di Macerata Campania, la compagine del presidente Andrea Guida e del vicepresidente Giuseppe Iannotta non vuole sfigurare davanti al proprio pubblico ed ha intenzione di tornare a conquistare l’intera posta in palio dopo qualche settimana di digiuno.

Per Gianluigi Aiello vincere contro i napoletani avrebbe un grande effetto per la classifica: Sicuramente sarebbe importantissima l’affermazione tra le mura amiche, in maniera tale da raggiungere la salvezza quanto prima. Ora è appena terminato un ciclo che ci ha visto affrontare squadre al vertice. Troveremo di fronte un avversario motivato a metterci le bastone fra le ruote, poich√© necessita di punti, ma noi dobbiamo essere bravi a sfruttare il fattore campo. Alla salvezza mancano cinque, sei punti, poi ci divertiamo.

Ha tanta voglia di mettere da parte il momento negativo l’estroso fluidificante mancino, cresciuto nelle fila del San Marco Evangelista e Virtus Alba San Nicola: C’è il rammarico, mio in primis, di come è finita la partita con il Vico. Purtroppo è scaturito da me il rigore che ha decretato la nostra sconfitta, però conosco i ragazzi e sono sicuro che ci rialzeremo alla grande. Siamo consapevoli delle nostre possibilità ed infatti credo che avremmo meritato qualche punto in più. Indubbiamente noi dobbiamo pensare alla salvezza, mancano pochi punti; solo dopo tenteremo di raggiungere i play-off con un finale che spero sarà per noi divertente.

Da giovanissimo Aiello fu prelevato dall’Isola Liri, club con cui ha svolto la Berretti. Nel 2011-2012 ha iniziato in D con l’Internapoli, prima di trasferirsi in Eccellenza al Gladiator di Lazzaro Luce: per lui quella è stata l’esperienza più proficua nel suo curriculum da caciatore. Hanno fatto seguito le due annate con l’Atletico Vesuvio (ora Herculaneum) con cui ha vinto il campionato di Promozione, prima dell’avventura in Prima Categoria dello scorso anno a San Marco Evangelista, motivata dalla sua decisione di dedicare più tempo agli studi universitari. Per lui questo è il primo anno a Macerata Campania alla corte di Giuseppe Cicala: Devo dire la verità: ho avuto l’opportunità di conoscere persone a modo. Ti mettono in condizione di fare bene, sia dirigenti che i giocatori, con i quali ci sentiamo spesso anche fuori dal campo. Spero che sia per me un anno di rilancio. Molti miei compagni di squadra non meritano queste categorie, infatti è un bel trampolino di lancio.

DOMENICO VASTANTE
UFFICIO STAMPA A.S.D. REAL MACERATESE