Real Albanova. La conferenza di Pasquale Corvino: “Progetto a lungo termine”

Si è svolta ieri a Casal di Principe presso il Ristorante Zii Anna la conferenza stampa del presidente Pasquale Corvino, insieme ai fratelli Ongari, nella quale si è parlato del lavoro svolto dalla società fino ad ora e dei progetti futuri in programma con al centro la questione stadio. Di seguito le parole del presidente biancoazzurro: Abbiamo iniziato un po’ di tempo fa un nuovo percorso su questa società cercando di non stravolgere gli equilibri preesistenti, anche perchè quando si inizia un nuovo corso bisogna lavorare prima di tutto sull’ organizzazione senza generare confusione. Il nostro è un progetto a lungo termine e ad ampio raggio ma a questo vanno associati due aspetti importanti, al di là del valore della squadra, la prima è l’ organizzazione societaria che deve compiere ancora un suo percorso mentre la seconda riguarda lo stadio. Su questo noi abbiamo un’ idea, quella di discutere con l’ amministrazione comunale per la gestione dell’ impianto per poter costruire qualcosa di importante e tentare il ripescaggio in Serie D in vista dell’ anno prossimo. Per Marzo però vorremmo cominciare a lavorare su un progetto a corto termine per quello che riguarda la struttura. Noi vorremmo esporre i nostri progetti all’ amministrazione comunale, anche se al giorno d’ oggi capisco che la situazione non è semplice visto che ci sono anche altre società che usufruiscono dell’ impianto. Al fianco dell’ organizzazione societaria e l’ allestimento di una rosa competitiva quindi dobbiamo avere anche una struttura adeguata e sappiamo di dover dire la nostra perchè da solo il Comune non può sopperire a tutte le spese di gestione. Nel momento in cui non dovessero ravvisarsi queste condizioni penso che sicuramente troveremo un sindaco della zona che ci metta a disposizione un pezzo di terra sul quale poter costruire uno stadio di 8.000 posti. Abbiamo preso questa società in un momento delicato, abbiamo messo apposto una serie di aspetti dando visibilità alle persone che già c’erano. Se faremo qualche scelta in futuro la faremo solo per migliorare perchè la mia intenzione è quella di avere quante più persone che ragionino con una mentalità di aggregazione e non di divisione poichè le divisioni non portano a nulla. Io per quello che riguarda lo stadio ho già parlato con il Sindaco Renato Natale che mi ha dato la sua disponibilità nel poterne discutere. Se il Comune è disponibile ad intavolare un dialogo con noi di gestione e manutenzione del campo, fermo restando che questo sarebbe aperto ed a disposizione per manifestazioni o altri aspetti dei quali poter discutere, siamo disposti a parlarne. La mia intenzione sarebbe quella di ristrutturare il Comunale, rifarne il manto erboso, l’ impianto delle luci, ampliarne la capienza e procedere all’ installazione di un sistema di videosorveglianza adeguato. Mi rendo conto però di doverne discutere con l’ amministrazione e con le altre realtà calcistiche della zona. Inoltre vorrei chiarire anche un altro aspetto, io cos√¨ come anche i fratelli Ongari non siamo mai stati contrari a nessuno che volesse entrare in questa società e partecipare con noi a questo progetto. Ho già proposto pubblicamente questo tipo di cosa ma mi è stato risposto che ci sono progetti diversi ed allora vorrà dire che ognuno andrà per la sua strada. Vorremo capire anche i progetti delle altre società ma nel momento in cui non dovesse presentarsi un progetto migliore del nostro come società chiederemmo l’ esclusività del campo. Il mio obiettivo qui è quello di prendere questa zona e portarla in alto nel calcio. Per ciò che riguarda il settore giovanile , penso che farlo sul campo della prima squadra sia una cosa un pò complicata perchè è più adeguata una struttura in sintetico. Sicuramente potenzieremo il settore giovanile il prossimo anno, infatti vogliamo fare 11 squadre giovanili con i ragazzi migliori dell’ intera provincia di Caserta. Per quello che riguarda la squadra, l’ abbiamo sostanzialmente rafforzata grazie al lavoro del DG Accardi che ha preso calciatori di qualità. Una cosa a cui tengo molto inoltre è l’ immagine della società poichè chi sposa il nostro progetto deve stare sereno e pensare solo a giocare. Secondo il mio parere per valori tecnici questa rosa è tra le prime quattro del campionato e le 5 vittorie nelle ultime 6 partite ne sono la dimostrazione. Un resoconto definitivo di ciò che abbiamo fatto lo avremo sicuramente nel mese di Aprile quando inizieremo a tirare le somme di questa stagione calcistica. Questo gruppo deve scendere sempre in campo per vincere e acquisire quindi quella mentalità vincente che ci permetta di andare ad affermarci anche sui campi più difficili partendo già da Sabato contro il Procida. Ad oggi penso che questa squadra possa raggiungere tranquillamente l’ obiettivo prefissato e se confermata interamente con qualche innesto importante recitare un ruolo da protagonista nella prossima stagione. Dopo l’ intervento del presidente la parola passa a Ciro Ongari: Quando siamo arrivati qui sapevamo che questa piazza aveva sete di calcio. L’ arrivo del presidente Corvino ha portato grande entusiasmo. Questa società con organizzazione, con i nuovi innesti che sono arrivati e l’ aiuto di questi splendidi tifosi sono convinto possa raggiungere gli obiettivi sperati e gettare le basi per un futuro luminoso.

Ufficio Stampa Real Albanova