Puteolana 1902. Una cordata pronta a rilevare la società, il comunicato dei gruppi Vecchia Guardia e Fedelissimi

La Puteolana 1902 ha degli acquirenti, una cordata con a capo Antonio Caso e formata da Giovanni Lombardi, ex presidente della Casertana, Fernando Morientes, ex stella del Real Madrid e Morris Paganiello, proprietario della Genova International School of Soccer. Un acquisto del titolo che sembra quasi impossibile, vista la voglia di Casapulla di continuare a fare calcio in quel di Pozzuoli. I gruppi dei tifosi, Vecchia Guardia e Fedelissimi, con un comunicato congiunto hanno spiegato la situazione.

Il comunicato:

“Comunicato Congiunto Vecchia Guardia – Fedelissimi

Lunedì 10 agosto, alle ore 19:00, presso il bar La Sosta, si è tenuto un incontro con il Signor Tonino Caso, garante di una cordata di persone di altissimo spessore imprenditoriale, umano e sportivo, in termine di risultati ottenuti nel mondo del calcio, composta da Giovanni Lombardi (ex Presidente della Casertana), Fernando Morientes e Morris Pagniello (proprietario della Genova International School of Soccer, accademia di calcio giovanile che conta più di 20.000 ragazzi in tutto il mondo), persone di alto profilo che potrebbero dare un grande futuro al calcio puteolano, cordata interessata da più di 1 mese alla Puteolana. Tramite il loro garante Tonino Caso hanno a più riprese cercato di mettersi in contatto con Emanuele Casapulla senza aver mai avuto un riscontro, neanche dopo un ulteriore contatto telefonico avuto sia con il DS Iervolino che con l’addetto stampa De Liguoro, persone che si erano interessate di riferire di questo interessamento ad Emanuele Casapulla. Lunedì, il signor Caso, avrebbe avuto piacere e sperava in una presenza del Presidente o di un suo delegato per presentare la propria offerta economica con disponibilità immediata, ma purtroppo l’irreperibilità di suddette persone ha vanificato il tutto. A fine riunione, tramite un tifoso, si è potuto avere un primo riscontro con Casapulla, riscontro ovviamente negativo, in quanto dichiarava per via telefonica che “LA PUTEOLANA NON E’ IN VENDITA”. Nello stesso momento, dopo aver saputo della congrua offerta da parte di tale cordata, Casapulla avrebbe chiesto informazioni sulle persone disposte a rilevare il titolo sportivo, ricevendo nomi e cognomi dei 3 rappresentanti pronti a presiedere la Puteolana. Ad oggi ci risulta che non ci sia stato ancora nessun contatto e nessuna chiamata a Tonino Caso per quantificare una richiesta di cessione della società. Inoltre abbiamo riscontrato purtroppo che oltre alla scadente costruzione della prima squadra, sia stato messo come campo principale quello di Volla, notizia confermata dal Presidente della Commissione che dà l’agibilità agli stadi. Tale trattativa è di difficile soluzione, vista la reticenza e la testardaggine di Casapulla a instaurare un minimo di rapporto con chi vorrebbe fare una proposta seria. QUESTA E’ LA SOLA VERITA’ DELL’INCONTRO AVUTOSI LUNEDI’ SERA, che smentisce decisamente le voci che circolavano in città di cordata fasulla e inesistente, noi eravamo lì e abbiamo sentito con le nostre orecchie e visto con i nostri occhi. La Puteolana è di Pozzuoli e del suo popolo, un popolo che conta 80295 abitanti, non è di un Presidente che è pur sempre di passaggio nella storia di una società calcistica. Detto questo, è un dovere morale e obbligatorio sedersi al tavolo con chi vuole rilevare la Puteolana e dare un futuro migliore e consono alla piazza di Pozzuoli, già abbastanza denigrata da ex tesserati a addetti ai lavori negli ultimi 2 anni. I Gruppi Vecchia Guardia e Fedelissimi continuano sulla linea del non abbonarsi e di contestare Casapulla e il suo metodo di fare e concepire il calcio a Pozzuoli.

FORZA PUTEOLANA SEMPRE.”

Condividi