Promozione. Countdown e obiettivi: il punto

E’ stata ormai archiviata la terzultima giornata del campionato di Promozione. Le squadre con obiettivi da raggiungere, stanno contando con spasimo e un filo di preoccupazione, Eppure alla chiusura della 24esima giornata qualche verdetto è stato già emesso.

PROMOZIONE E RETROCESSIONI NEL GIRONE A

Nel girone A si sta mantenendo vivace la lotta alla promozione diretta in Eccellenza. Il Villa Literno, nella gara di ieri avrebbe potuto anche scrivere la parola fine alla corsa. Ma c’è stato un Castel Volturno che non è stato dello stesso avviso. La squadra di Lello Cottuno, ex di giornata, tra l’altro, ha strappato un pareggio alla capolista. Un punto fondamentale per restare nella scia dei play-off, che attualmente sono stati raggiunti dagli azzurri.

Non una certezza, però, quella di disputarli. Troppi punti, 10 tra la seconda e la quinta. Per il Castel Volturno, quindi serve l’aggancio alla Sessana, nella speranza che il distacco con il Cellole non aumenti.

Dal canto suo, il Villa Literno ha messo un altro mattoncino, ma ora non è più possibile sbagliare. Lo Sporting Pietrelcina ha infatti, secondo le aspettative, chiuso la pratica Teano e accorciato sui biancorossi. Il raggiungimento è possibile, ma sarebbe poi lo spareggio a dire l’ultima parola sulla promossa.

Arriva la matematica presenza degli spareggi promozione per il Cellole, invece. Così come sono arrivati i verdetti nei piani bassi della classifica. In attesa del recupero della sfida delle Aquile Rosanero Caserta contro il Lusciano, è ancora il Teano a salutare la categoria, non potendo più raggiungere la zona play-out. Il primo posto disponibile è a sette lunghezze. Ma anche questo, ormai, è un posto da retrocessione diretta.

La situazione delle Aquile, quindi, non cambia da quella del Teano: i rosanero sono a soli 7 punti in graduatoria. Anche la situazione del Vitulano è ormai decisa, anche qualora dovessero arrivare due vittorie e altrettante sconfitte dal Puglianello. Troppi, 17, i punti di distacco e per i casertani si è chiusa quindi anche l’occasione di giocarsi lo spareggio per la permanenza in categoria.

PosTeamGVPSGFGSDRPts
12618535724+3359
22614664524+3148
32614663518+1748
42612865933+2644
52612684335+842

CIMITILE CAROTENUTO: LOTTA APERTA

Nel girone B la situazione è meno delineata, quantomeno nei piani alti della classifica. Anche la lotta tra Cimitile e Carotenuto sembrerebbe tutt’altro che chiusa. Le due squadre sono separate da sei punti e proprio nell’ultima giornata ci sarà lo scontro diretto tra le due primatiste. Tra le due litiganti, tra l’altro, potrebbe godere la terza, cioè il Solofra. Già perchè, se è vero che è ferma anch’essa a 50 punti, è altrettanto vero che ha ancora due gare da recuperare e che nella prossima dovrà affrontare proprio il Cimitile.

La squadra granata potrebbe raggiungere un traguardo storico, l’approdo in Eccellenza. Eppure la strada è ancora piena di insidie. Anche perchè oltre alla lotta diretta contro il Carotenuto, il Cimitile deve fare anche i conti con il Gesualdo. Questi ultimi, infatti, devono necessariamente vincere e sperare che i granatieri cadano per potersi giocare una chance nei play-off. Perentorio, quindi, accorciare a 8 i punti di distacco dal secondo posto per non vedere automaticamente qualificata alla finale di girone l’avversaria. Per gli uomini di Nicola Facchino arriva quasi una situazione paradossale.

Con due gare ancora da giocare, il Solofra potrebbe “rubare” il secondo podio al Cimitile, il che escluderebbe il Gesualdo dalla speranza spareggi, proprio in virtù di un distacco troppo ampio da poter ritagliare. Dalla sua parte, così come per l’Abellinum, il recupero delle gare, rispettivamente contro Montoro e Real San Martino, potrebbe essere determinante.

Nei piani bassi, il Real San Martino a ufficialmente chiuso la sua esperienza in Promozione, ma potrebbe dirsi lo stesso anche per Manocalzati e Montoro, anche se ci sono ancora delle partite da recuperare che potrebbero riaprire i giochi per i play-out.

PosTeamGVPSGFGSDRPts
12619257125+4659
22617635824+3457
32617366737+3054
42614574538+547
52613764519+2646

IL GIRONE C: ERCOLANESE-QUARTOGRAD TRA BOTTA E RISPOSTA

Nel girone nord-napoletano sfida ancora aperta tra Ercolanese e Quartograd. Sempre separate da quattro punti, ai granata basterebbe una caduta dei flegrei e un pareggio per poter festeggiare. O semplicemente vincere la prossima gara e guardare per l’arrivo in Eccellenza. Per la zona play-off, si fa molto complicata. Il Quartograd attualmente a 11 punti di vantaggio sulla terza e a 15 dalla Frattaminorese, che a questo punto è fuori da ogni chance.

In zona play-out, situazione identica agli altri gironi. L’Isola di Procida può considerarsi salva avendo 13 punti di distacco dal Casoria,  anche se le ultime due gare sono tutt’altro che una formalità. Gli isolani dovranno fare i conti con Quartograd ed Ercolanese, che non possono perdere punti per strada. Mentre i viola del Sud avranno gare impegnative contro Oratorio Don Guanella e Rione Terra. In particolare i flegrei di Pozzuoli dovranno sperare nel colpaccio dei biancorossi di Procida, altrimenti, con gli 11 punti di ritardo dalla seconda, i play-off non si disputeranno. Si aprirebbero, così, le porte degli spareggi-promozione, per i granata di Longobardi.

PosTeamGVPSGFGSDRPts
1242031707+6363
22417435116+3555
32414644728+1948
42413474736+1143
52412574027+1341

FESTEGGIAMENTI MASSA LUBRENSE

Due verdetti, uno all’estremo “nord” uno all’estremo “sud”. Il Massa Lubrense ha chiuso la questione promozione, vincendo contro il San Vito Positano. Il Givova Capri Anacapri, a questo punto può solo chiudere il prima possibile la pratica spareggi cercando di tagliare fuori dalla corsa all’Eccellenza proprio il San Vito Positano con il quale gli isolani hanno ancora un conto aperto.

Uno scontro diretto da giocare che potrebbe rimettere tutto in discussione per la cosa ai play-off. Anche il Victoria Marra ha una gara da recuperare, con il San Sebastiano.  Gli azzurri hanno conquistato un posto nei play-off, ma tutto dipenderà anche dal Santa Maria la Carità e proprio dallo scontro diretto tra Anacapri e San Vito. I punti tra la seconda e la terza sono giusto 8 e la vittoria dei costieri aiuterebbe allo svolgimento dei play-off del girone C.

Dall’altra parte della barricata la corsa alla salvezza proprio del San Sebastiano, tra le altre. Striano è già in Prima Categoria, mentre le speranze del Gragnano potrebbero essere ancora accese, se tutto va come sperato. Il Gragnano dovrebbe vincere, il San Giuseppe perdere, così come l’Agerola, che attualmente si può dire salva con i suoi 14 punti di distacco dalla terzultima. Per il San Sebastiano potrebbe esistere anche la possibilità di salvezza diretta, proprio in virtù dei nove punti a disposizione. Anche in questo caso le congiunzioni astrali dovrebbero favorirlo, anche se due delle tre gare da giocare sono ostiche a dire poco: Massa Lubrense, Victoria Marra e Agerola.

PosTeamGVPSGFGSDRPts
12621236916+5365
22618447231+4158
32614755741+1649
42614484428+1646
52613584329+1443

GIFFONI AD UN PASSO DALLA PROMOZIONE

Nel girone salernitano è arrivato il colpo di scena. Dopo un campionato per la stragrande maggioranza del tempo al primo posto, il Centro Storico ha ceduto il passo. Il Giffoni Sei Casali ne ha approfittato ed è pronto al salto di categoria. Un punto soltanto per salutare la Promozione e arrivare in Eccellenza.

Comunque vada, per il Centro Storico sarà un successo. Il team granata infatti, con 15 punti di vantaggio sul Temeraria San Mango può dirsi già qualificata per la finale play-off di girone.

La Giffonese, invece, ha ormai da diverse settimane chiuso con qualsiasi occasione di salvezza dopo il campionato a dir poco disastroso. Intanto per l’Herajon e la Rocchese potrebbe esserci una chance. Solo qualora il Nocera Superiori arresti la sua corsa nelle ultime due giornate. Le gare di tutte le concorrenti alla salvezza non sono certamente semplici, tra scontri diretti e partite da testa coda.

PosTeamGVPSGFGSDRPts
12618536322+4159
22617456218+4455
32616735729+3155
42614755116+3549
52611784326+1740