Poule scudetto: Bra-Ischia 1-4. Isolani in finale

Spettacolo, gol e agonismo al Comunale di Piancastagnaio. L’Ischia travolge con un perentorio 4-1 il Bra di mister Daidola mentre al Delta Porto Tolle basta un gran gol di Zanardo per staccare il biglietto per la finale di sabato prossimo che sarà trasmessa in diretta da Rai Sport 2. Partita perfetta per gli uomini di Campilongo che con due reti per tempo chiudono la pratica semifinale. Baldi illude su calcio di punizione per il Bra e accorcia le distanze ma la reazione campana, è veemente e l’accesso alla finale è appannaggio dei giallo blù. Questa in sintesi la cronaca della prima semifinale disputata al comunale di Piancastagnaio. Primo tempo di marca ischitana. Partenza lanciata per la squadra di Campilongo che già al 15′ della prima frazione, trova il vantaggio. Calcio d’angolo per i campani, palla al limite dell’area dove Longo si fa trovare pronto a raccogliere il traversone ed a trafiggere Maio. Il Bra si riorganizza senza mai rendersi veramente pericoloso, tranne nella circostanza del calcio di punizione calciato da Baldi parato da Mennella nell’angolo basso. Armeno in un paio di circostanze sfiora il raddoppio, ma la sua mira non è precisa. L’Ischia insiste ed al 37′ trova il raddoppio. Lancio di Nigro a centro area, Cunzi stoppa di petto e calcia in porta trovando il gol del doppio vantaggio. Bra in difficoltà ma allo scadere del primo tempo, un calcio di punizione del solito Baldi dal vertice destro dell’area, attraversa la barriera impegnando a terra Mennella in due tempi. Il secondo tempo si apre con l’Ischia alla ricerca della rete del possibile ko ed è Cunzi all’11’ che si divora un gol sparando alto sulla traversa a due passi dalla porta. Il Bra, si affida ai calci piazzati nella speranza di accorciare le distanze ma la difesa campana fa buona guardia. Barbaro e Baldi non mollano ma è l’Ischia ancora con Cunzi in contropiede a sfiorare il gol. Baldi però viene premiato al 23′ e sempre su calcio di punizione, questa volta non sbaglia e accorcia le distanze. L’Ischia reagisce immediatamente e chiude l’incontro con due reti nel giro di tre minuti. Masini al 24′ e Mattera due minuti dopo con un gran tiro da fuori area portano l’Ischia sul 4-1. Fino al termine monologo campano e Bra avanti solo in due circostanze sempre su calcio di punizione ma Mennella protegge l’accesso alla finale senza affanni.

Il tabellino del match
Bra-Ischia 1-4
Bra: Maio, Pernice (27′ 2t Sinisi), Valeriano, Carvalho (37′ pt Ciccomascolo), Briano, Giacomoni, Barbaro, Galfrè (6′ 2t Beltrame), Dalla Costa, Baldi, Masi. A disp. Nicola, Ciccomascolo, Rossi, Muceli, Sinisi, Rizzo, Beltrame. All. Daidola.
Ischia: Mennella, Finizio, Tito, Nigro, Mattera, Rainone, Longo, Platone, Cunzi (27′ 2t Ausiello), Armeno (1′ 2t Magnanelli), Masini (33′ 2t Galizia). A disp. Incarnato, Florio, Cascone, Magnanelli, Ausiello, Galizia, Perna. All. Campilongo.
Arbitro: Vito Mastrodonato di Molfetta
Assistenti: Antonio Santoro di Roma 1 e Luca Solazzi di Avezzano
Marcatori: 14′ pt Longo (I), 37′ pt Cunzi (I), 23′ 2t Baldi (B), 24′ 2 t Masini (I), 26′ 2t Mattera (I);
Note: Ammoniti 39′ pt Galfrè (Bra); 12′ 2t Rainone (Ischia); 38′ 2t Beltrame (Bra); Calci d’angolo: 7-3

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *