Portici-Trapani 1-0. Marino la decide, Manfrellotti flop, granata in protesta

Un passo verso la salvezza per gli uomini di Savio Sarnataro. Portici-Trapani finisce con la vittoria dei padroni di casa grazie alla rete di Marino al 32′ del primo tempo.

Portici-Trapani, primo tempo diviso a metà

Il match comincia con un Trapani intraprendente e che vuole a tutti i costi portarsi sul vantaggio. Partita aperta da ambo le parti, ma scarseggiano le azioni pericolose per almeno venti minuti di gioco. Un lasso di tempo che ha visto l’ingresso per due volte degli staff medici, ma che non si è mai caratterizzato per cattiveria o slealtà.

Con il passare dei minuti, però, il Portici riesce a prendere in mano le redini del gioco, grazie anche al tiro di Marino che si insacca in porta. Un gol che varrà poi la vittoria dei padroni di casa. Al tempo stesso una marcatura, la prima del centrocampista, che ha aperto ad uno sprint locale acceso. Il Trapani, infatti, fatica a farsi rivedere in zona Scheaper, Al 40′ occasione per Manfrellotti, la seconda in pochi minuti. L’attaccante non riesce a concretizzare.

Sul finire del primo tempo si rivede la formazione granata, con Santarpia che impegna Scheaper, nessun problema per il giocatore porticese che disinnesca il pericolo e salva il risultato.

Manfrellotti non la chiude, polemiche sul fuorigioco granata

Nella ripresa il ritmo non cala. Il secondo tempo si apre con il Trapani che prova a rispondere, ma non riesce a dare segnali importanti. Unica luce è De Felice entrato nel secondo tempo. L’esterno riesce a creare diverse occasioni, soprattutto con colpi di testa.

Occasione per De Felice al 51′, in cui sfiora il gol. Al 59′ però il Portici avrebbe l’occasione di allungare e mettere un’ipoteca sui tre punti. Pisani subisce fallo in area di rigore, da parte di Santarpia. L’arbitro concede la massima punizione, ma Manfrellotti non riesce a trasformare. Recchia riesce a parare e mantiene il risultato in bilico.

Il leitmotiv cambia con l’andar del tempo. Il Trapani prova l’affondo, ma c’è una difesa, seppur rimaneggiata, che bene si comporta e chiude gli spazi prima ancora di poter subire danni. Si alternano le occasioni per le due squadre, che non riescono a pungere. Nel finale, però, il Portici riesce a trovare il pareggio con Musso, ma si alza la bandierina del guardalinee. Posizione di fuorigioco, pare per l’attaccante granata.

La decisione genera malcontento tra le fila del Trapani, che accerchia il direttore di gara, il quale estrae un cartellino per Pagliarulo, mandandolo negli spogliatoi. Le immagini, però, non regalano la certezza della decisione dell’assistente di gara. Nonostante ciò, la partita continua. Il Portici prova a ributtarsi in avanti, ma non arrivano occasioni per il raddoppio.

TABELLINO

Portici-Trapani (1-0 pt)

Portici (4-3-1-2): Scheaper; Cirillo, Riccio, Stallone, Scala; Carotenuto, Maranzino, Marino; Castagna; Manfrellotti, Pisani. A disposizione: Zizzania, Guida, Lauro, Granata, Parisi, Di Benedetto, Amato, Onda, Filogamo. Allenatore. Savio Sarnataro

Trapani (4-3-3): Recchia; Buffa, Maltese, Pagliarulo, Galfano; Vitale, Olivera, Santarpia; Bonfiglio, Musso, Antezza. A disposizione: Di Maggio, Russo, De Felice, Meti, Amorello, Lupo, Barbara, Pipitone, Solimeno. Allenatore: Ivan Moscella

arbitro: Andrea Giordani di Aprilia
assistenti Gianmarco Macripò di Siena; Francesco Festa di Barletta

marcatori: 32′ Marino (P)
angoli: 3-2
fuorigioco: 0-3

ammoniti: Olivera (T), Santarpia (T), De Felice (T), Scala (P), Buffa (T), Pagliarulo (T)
espulsi: Pagliarulo (T)

recuperi: 3′ pt, 6′ st