Ponticelli. Vittoria e Promozione, Rivitti: “Emozione grandissima. Aggressione? Accuse infondate”

Cala il sipario sul campionato del Ponticelli, che dopo la finale giocata contro il San Pietro Napoli si può godere un grandissimo finale. Vittoria e Promozione al termine di 90′ che hanno regalato spettacolo: 3 a 2 il risultato finale. (Ponticelli-San Pietro 3-2 la sintesi del match ).

Arrivati a pari punti, 68, sia il San Pietro che il Ponticelli ed avendo saltato il primo turno di play-off per il largo distacco dal Plajanum, il Ponticelli oggi festeggia per una grande vittoria.

A commentare, in esclusiva per la nostra redazione, il traguardo raggiunto è Ciro Rivitti, centrocampista ex Casoria: “Oggi abbiamo veramente messo veramente tanto, è stata una emozione forte. E’ una partita preparata sotto tutti i punti di vista. Per me è il quarto campionato vinto, quindi un po’ di esperienza ce l’ho. Contributo? Io sono uno che mette tanto cuore, cerco di trasmettere la mia voglia di vincere a tutti i compagni in queste categorie non è facile”. Obiettivo raggiunto per il Ponticelli e per Rivitti, che pare sia riuscito nell’intento di trasmettere la voglia di vincere.

Il San Pietro Napoli, però, denuncia un’aggressione premeditata nei loro confronti da parte dei giocatori biancorossi: “Accuse infondate. Noi il San Pietro l’abbiamo incontrato 3 volte e li abbiamo battuti sempre forse questo brucia. Sono un padre di famiglia non mi metto ad aggredire, nè tanto meno lo hanno fatto i miei compagni”.

Per quanto riguarda il futuro di Rivitti: “Conferma? Adesso mi godo la vittoria, al futuro ci penserò più avanti”.

In ultimo un messaggio ai tifosi: “Sono stati encomiabili: non ci hanno mai fatto mancare il loro supporto GRAZIE mille a loro”.

Cristina Mariano