Pomigliano. Gli obiettivi di Alinei, tecnico della Juniores: “Tanto lavoro e crescita collettiva”

Un fine settimana particolarmente felice in casa Pomigliano. Alla vittoria della prima squadra domenica contro il Due Torri fa seguito quella della juniores targata Alinei corsara per 2-1 in quel di Gragnano.

L’allenatore della juniores del Pomigliano Alinei dopo una promettente carriera da calciatore indossando le casacche di Pompeiana, Puteolana,Quarto, Soccavo, Portici decide una volta smesso di giocare di dedicarsi al settore giovanile. Giovanissimi ed Allievi Regionali del Mugnano due e tre anni fa, juniores nazionale del Marcianise la scorsa stagione, il presente si chiama Pomigliano. Le prospettive sono rosee: esperienza da vendere, sarà un anno importante per il trentanovenne allenatore.

I giovani granata partono col piede giusto centrando i primi tre punti stagionali. Gara subito in discesa per i giovani del tecnico Alinei. Protagonista il portiere ospite Spera lesto nel neutralizzare un calcio di rigore. 2-1 il risultato finale con trame di gioco interessanti e coesione tra i reparti. Non si guarda la classifica ma è innegabile che partire col piede giusto soddisfa e premia il lavoro generale.

Una compagine quella granata con composta da giovanissimi pronti a mettersi in luce. Il 4-3-3 iniziale del tecnico si tramuta in 4-5- 1 in fase di non possesso. Prezioso il lavoro del dirigente Antonio Sposito nella crescita dei giovani . L’analisi del tecnico Alinei che presenta i suoi ragazzi:Preferisco di gran lungo il settore giovanile. C’è tanto lavoro, fa piacere avere la fiducia della proprietà. Darò il massimo per aiutare i ragazzi . Abbiamo qualche ’99 che durante l’anno potrà darci qualche sorpresa.. Non abbiamo obiettivi di classifica, puntiamo a dare calciatori alla prima squadra. Vedo collaborazione e tanto impegno. Ora giocheremo sabato alle 15:30 al Gobbato contro la Nocerina

Condividi