Palmese-Puteolana a Sarno per riveder le stelle…e l’Angri attende

Se ne è parlato tanto, per mesi prima e durante la stagione regolare, ora è arrivato il momento di attivare i recettori e mettere da parte le polemiche legate alle promozioni dirette in Serie D. Le tre protagoniste a tagliare i nastri su questo nuovo mini torneo saranno la Palmese vincente del girone A, la Puteolana vincente di quello B e l’Angri vincente di quello C. Ad aprire il programma sarà Palmese-Puteolana, la vincente affronterà domenica 8 l’Angri.

Andiamo dunque a dare uno sguardo alle prime due protagoniste, tra notizie dai ritiri e corsi e ricorsi storici.

Qui Palmese

La banda Pietropinto veniva data come candidata ai playoff ad inizio anno, poi il tecnico già vincente negli anni 90 a Palma ha saputo portare la Palmese, seppur non senza critiche, a vincere il proprio girone. Diversi i punti di forza di una squadra che sembra provenire proprio dai ruggenti anni ’90, squadra ostica e dura da battere difensivamente e che con i due attaccanti dinamici li davanti promette guerra ai flegrei.

Una batteria di portieri niente male con Giuliano Munao e Francesco Stasi. Il primo ex Sorrento non ha bisogno di presentazioni. Mentre il giovane Stasi vanta ben tre trofei in tre stagioni con i grandi di cui due sono due Serie D-Girone H vinte con Andria e Taranto.

La granitica difesa rossonera dispone di elementi di elevata esperienza, da Luciano Arzeo passando per Francesco Mautone e Antonio Guarro. I polmoni e il genio dei giovani  tra cui Dino Prevete, oltre a Laringe e D’Oriano pronti a strappare anche a gara in corsa. I tocchi morbidi di Stefano Cozzolino, capitano e cervello rossonero. Le bocche da fuoco Antonio Infimo e Roberto Palumbo, senza dimenticare Gennaro Sorrentino, esperienza e gol da vendere.

Capitolo probabile undici per mister Pietropinto ancora tutto da decifrare, Si partirà certamente dal canonico 4-3-3.  Tra i pali ballottaggio Munao-Stasi con l’esperto pipelet Sorrentino in vantaggio. Linea difensiva con Todosco che dovrebbe partire titolare a sinistra, con Siano, sull’out opposto. Al centro pochi dubbi, coppia collaudata Mautone- Romano. Scalda i motori Nino Guarro pronto a insidiare il posto di uno dei centrali.

In mediana l’esperienza di Marco Conte non dovrebbe essere messa in discussione seppur è forte la concorrenza di Pontillo. Ad affiancarlo Fusco e Prevete; sulle fasce Laringe se la gioca con Sorrenti. A destra Cozzolino-Barberisi si giocano il posto con D’Oriano difficilmente sin dal primo giro di lancette. Vertice d’attacco con Infimo in vantaggio su Palumbo. Intorno alle mille unità rossonere a riempire gli spalti a loro dedicati allo Squitieri di Sarno.

Qui Puteolana

Il girone più difficile era proprio quello B, ove la stessa Puteolana era la favorita insieme alla Frattese, girone conquistato e gestito alla grande dai Diavoli di mister Sasà Marra. Squadra offensiva il giusto e moderna per così dire, squadra tecnica e piena di talento ed esperienza. Tra la sicurezza di Maiellaro tra i pali, i gol di Evacuo e Guarracino, la solidità difensiva di Geppy Rinaldi e di Diego Petrarca, grande ex e capitano della Palmese, le giocate di Catinali e Marigliano in regia.

Tanto da dover scegliere per mister Marra che ha però una certezza, il modulo ormai insostituibile e divenuto marchio di fabbrica, il 4-3-1-2 equilibrato con il mediano a dare una grossa mano non solo numerica alla retroguardia. Tra i pali pochi dubbi, guantoni pronti per Gigi Maiellaro, davanti a lui Diego Petrarca e Rinaldi dovrebbero avere la meglio rispetto ad Amelio e Fontanarosa, fasce laterali affidati al giovane Sica e a Balzano. Marigliano pressoché sicuro della maglia in mediana, Catinali e Fontanarosa più di Grieco e De Simone. Accietto dovrebbe partire titolare, essendo Gioielli ancora io disponibile, a supporto dei due bomber Evacuo e Grezio, in vantaggio nelle rotazioni su de Giorgio e Guarracino.

Ultima parola domani alle 15.45 circa, momento in cui le due squadre dovrebbero diramare le distinte ufficiali. Saranno 400 tifosi che muoveranno da Pozzuoli per Sarno, l’interno settore a loro dedicato.

Regolamento e direttori di gara

Incontro affidato a Mario Leone della Sezione di Avezzano, 18 gare dirette questa stagione tra Serie D, Eccellenza Lombarda, Ligure e Serie C Femminile. Con lui gli assistenti Vincenzo Evangelista di Avellino che ha già diretto la Puteolana nella vittoria interna contro la Maddalonese e Giovanni Santoriello di Frattamaggiore che è alla prima direzione in Eccellenza e che questa stagione ha diretto 20 gare di Promozione.

Per quanto concerne il regolamento. Nuova la regola introdotta questa stagione, le vincenti dei tre gironi di Eccellenza non avranno diretto accesso in D ma dovranno giocarsi la massima categoria Dilettantistica in una mini competizione a tre squadre. Le prime due classificate avranno accesso in D mentre la terza dovrà giocarsi le sue carte negli spareggi Nazionali di fine maggio.

Il pareggio non è ammesso, in caso di parità si procederà all’esecuzione dei tiri dal dischetto. In caso di vittoria ai tempi regolamentari saranno assegnati 3 punti e 0 per la sconfitta, in caso di vittoria ai rigori saranno assegnati 2 punti mentre solo 1 in caso di sconfitta.

Ultima parola ora che passa ai 22 protagonisti in campo allo Squitieri di Sarno, primo tocco in programma alle ore 16.30.