Pallamano. Jomi Salerno, coach Ancona: “Mestrino? Faremo la nostra partita”

Inizia un mini tour de force per la Jomi Salerno contro coach Ancona. Ad aprire le danze sarà la sfida casalinga contro l’Alì-Best Espresso Mestrino, in programma domani alla Palestra Caporale Palumbo alle ore 18:30. Match che le campane cercheranno di sfruttare al meglio per mettersi alle spalle la sconfitta esterna subita in casa del Pontinia, valsa la testa della classifica. L’obiettivo della Jomi Salerno è quello di tornare a fare punti per riprendersi una vetta non ancora persa, considerata la partita in meno rispetto alle altre compagini.

Mestrino sarà la prima delle tre gare ravvicinate che affronterà la Jomi Salerno. Il team di coach Francesco Ancona, dopo la sfida di domani, farà i conti sempre in casa con Padova (recupero della 7^ giornata di campionato, mercoledì 30 novembre) e Bressanone (sabato 3 dicembre). Sarà quindi un periodo abbastanza impegnativo per la squadra trascinata da capitan Napoletano. Una settimana ostica, dove appunto la Jomi Salerno dovrà disputare tre gara in solo 8 giorni. La squadra campana, seconda in classifica con 12 punti, sfiderà un Mestrino, nei bassi fondi della Serie A1 con appena 2 punti, reduce da un avvio di stagione  tutt’altro che idilliaco a causa dei molteplici infortuni.

COACH ANCONA PRESENTA IL MATCH

In vista della gara di domani, ha parlato il tecnico della Jomi Salerno, Francesco Ancona. Il coach delle campane, prima di dedicarsi al match contro Mestrino, si è soffermato sui lati positivi della sconfitta contro Pontinia: “Gli allenamenti questa settimana sono proseguiti bene, abbiamo saputo prendere nel modo giusto la sconfitta contro Pontinia. Abbiamo giocato contro una pari grado e quindi avevamo messo in conto che sarebbe potuto arrivare quel risultato. Quella contro Pontinia è stata una partita che ci è servita, le ragazze hanno saputo mettere in pratica ciò che avevo chiesto. Vedremo nel corso della prossima settimana se riusciremo a mettere in pratica le cose su cui stiamo continuando a lavorare. Le ragazze stanno bene, il morale è alto e siamo fiduciosi. Il Mestrino ha avuto problemi legati agli infortuni e questo ha condizionato in negativo la prima parte del loro campionato. Parliamo di una squadra esperta. A prescindere da loro, noi dobbiamo fare la nostra partita. Abbiamo un primato da difendere che è ancora nelle nostre mani. Ci attendono tre gare ravvicinate: quella di domani contro Mestrino e il recupero di mercoledì contro il Cellini Padova serviranno, prima di tutto, a fare risultato e, quindi, ad arrivare preparate alla sfida del 3 dicembre contro Bressanone, altra avversaria tosta”.