Palermo-Salernitana 3-0. Rosanero campioni d’inverno, secondo ko di fila per i granata

Il Palermo di Tedino batte la Salernitana di Colantuno 3-0, proclamandosi campione d’inverno. A punire i granata sono stati i goal di Chochev, Monachello e Jajalo, reti che hanno regalato ai rosanero la seconda vittoria di fila in casa, nonch√© il titolo di campioni d’inverno. Seconda sconfitta consecutiva invece per i granata che perdono sempre più terreno dalla zona play-off.

PRIMO TEMPO ‚Äî Ritmi subito molto alti, con il Palermo che pressa subito alto la Salernitana di Colantuno. All’11 arriva il primo tiro in porta dei granata con Ricci, che manca però la porta difesa da Posavec. Due minuti dopo è il Palermo a farsi pericoloso con Aleesami che serve Nestorovski, il quale da posizione defilata calcia, ma Adamonis dice no. Subito dopo i rosanero mettono ancora in difficoltà la retroguardia granata, con una grande falcata di Trajkovski che lancia Coronado, ma quest’ultimo dinanzi al portiere non batte in rete. Guai per la Salernitana di Colantuono al 16′. Infatti il tecnico ex Atalanta è costretto ad optare per un cambio: fuori Rossi per un presunto problema fisico, dentro Rodriguez. Ammonizione per Minala al 20′ per un fallo commesso su Jajalo. Al 29′ i rosanero di Tedino con un pizzico di fortuna si portano in vantaggio con la rete siglata da Chochev, terzo goal stagionale per lui. Al 32′ Zito rimedia un cartellino giallo per proteste, dopo un fallo subito ma non concesso dal direttore di gara. Problemi anche in casa Palermo, con Tedino che al 33′ è costretto a fare uscire Rispoli per un problema all’adduttore, al suo posto subentra Murawski. Chance per i granata al 40′ con Zito che con un suo lancio pesca Bocalon che di testa non c’entra la porta. Altro giallo per la Salernitana al 43′ con Vitale che viene sanzionato per un fallo ai danni di Nestorovski. Nei minuti di recupero, precisamente al 47′, i ragazzi di Colantuono sfiorano il goal del pareggio con una conclusione da fuori di Vitale deviata da Struna, che per poco non beffa Posavec. Primo tempo che si chiude con i rosanero in vantaggio per 1-0.

SECONDO TEMPO ‚Äî Nei primi minuti della ripresa la Salernitana si proietta subito alla ricerca dell’1-1, ma il Palermo tiene botta. Al 51′ arriva il secondo cambio per Colantuno: dentro Odjer, fuori Minala. Al 53′ il match per i granata si complica sempre di più per via del capitano Vitale che rimedia un doppio giallo e quindi espulsione, per un fallo rifilato a Chochev. Al 55′ è anche Murawski a rimediare dall’arbitro Minelli un cartellino giallo per proteste. Sfiora la rete al 62′ la Salernitana su calcio di punizione battuto da Zito che calciando verso la porta trova una piccola deviazione di Rodriguez che manca di poco la porta. Poco dopo è il Palermo a conquistare un’occasione da goal con Coronado che calcia a giro ma non trova la rete. Altra opportunità per la Salernitana al 66′, sempre dagli sviluppi su calcio di punizione con Zito che trova la testa di Bocalon, il quale stacca dritto in porta, ma Posavec blocca. Secondo cambio al 69′ per il Palermo di Tedino: fuori Nestorovski, dentro Monachello. Al 75′ il rosanero Trajkovski prova a chiudere il match con un tiro da fuori, ma non c’entra il bersaglio. La Salernitana nonostante l’inferiorità numerica tiene bene il campo. Al 77′ infatti i granata sfiorano ancora una volta la rete del pareggio con un cross velenoso di Zito che colpisce il palo. Ma pochi minuti dopo il Palermo la chiude, siglando il 2-0 con Monachello, primo goal stagione per il giocatore originario di Agrigento. Terzo ed ultimo cambio per Colantuno al 82′ con Sporcati che subentra al posto di Bocalon. Subito dopo arriva l’ultimo cambio anche del Palermo: fuori Trajkovski, dentro Dawidowicz. Vicino al 3-0 i rosanero all’87’ con una giocata di Coronado che prima si libera dalla marcatura e poi calcia, ma Adamonis respinge. Nei minuti finali il Palermo di Tedino trova la rete del 3-0 con la Jajalo. Match che difatti si chiude con una vittoria del Palermo che con questi tre punti si laurea campione d’inverno. Seconda sconfitta di fila invece per la Salernitana di Colantuno.

Giovanna Criscuolo

Condividi