Paganese. Passo indietro degli stellati, il Teramo si impone con Ilari e Bombagi

Si interrompe la serie positiva della Paganese, ospite del Teramo. La squadra abruzzese porta a casa l’intera posta in palio archiviando la questione azzurrostellata già nel primo tempo. La formazione di Arturo Di Napoli appare inerme di fronte alle offensive del Teramo, che già in pochi minuti mette in chiaro quale sia la sua intenzione.

Poche idee per la Paganese, che rea un fase offensiva da rivedere deve fare i conti con una squadra composta da calciatori di alta caratura. Al 18′ arriva il primo gol, marca abruzzese. Ilari mette alle spalle di Baiocco, dopo il suggerimento di Costa Ferreira. Marcatura morbida di Squillace e opportunità per il marcatore abruzzese. Bombagi prova subito a trovare il raddoppio. Se il primo tentativo non va a buon fine, il secondo, al 27′, riesce. L’ex Juve Stabia si avventa sul pallone di Pinzauti e manda in porta. Per la Paganese un solo squillo con Sirignano al 31′.

Il primo tempo si chiude con il passivo di due reti, ma nel finale il Teramo ha provato altre volte l’affondo, non trovando il bersaglio grosso. Di Napoli prova a rivoluzionare lo scacchiere, ma con poca fortuna. Il leitmotiv è sempre lo stesso. Bombagi ha il piede caldo, così come Pinzuati. La Paganese riesce a farsi pericolosa solo con Mendicino, che superato il 70′ mette alla prova Lewandowski. Corner, e poco altro. Il Teramo chiude anche in 10, ma non cambia nulla nel canovaccio della partita.