Olympic Salerno. Belmonte nuovo tecnico. Gli allievi di Sica intanto perdono

L’Asd Olympic Salerno comunica di aver affidato l’incarico di allenatore della prima squadra al sig. Nino Belmonte. Il nuovo tecnico sarà presentato questa sera alla squadra, in occasione del consueto allenamento del luned√¨ che si terrà presso il Settembrino di Fratte. Mister Belmonte avrà cos√¨ l’occasione di fare la conoscenza del gruppo e dirigere il suo primo allenamento. Saranno inoltre presenti tutti gli under tesserati con la società ed a disposizione di mister Fiorenzo Sica.

¬´Ringrazio il presidente Matteo Pisapia per la possibilità che mi ha concesso. Si tratta di un attestato di stima che mi rende molto orgoglioso. Questo incarico è il frutto di tanta esperienza e tanto lavoro svolto sempre con i giovani nel corso degli anni. Si tratta per me della prima esperienza alla guida di una prima squadra e spero di fare del mio meglio. Pur consapevole delle difficoltà che si incontrano subentrando a campionato già iniziato, proveremo a dare il massimo con la giusta cattiveria agonistica richiesta da quest’esperienza¬ª. Queste le prime parole del nuovo allenatore biancorosso, che ha poi aggiunto: ¬´Il nostro obiettivo è quello di conquistare una salvezza tranquilla e, naturalmente, valorizzare i tanti giovani di cui dispone l’Olympic Salerno. Vorrei rivolgere anche un doveroso saluto e ringraziamento al mister Antonio Marinari, al quale sono legato da un rapporto di stima ed amicizia. Purtroppo, questo è il bello ed il brutto del mondo del calcio. In ogni caso, auguro a Marinari le migliori fortune sia dal punto di vista professionale che umano¬ª.

Intanto nel pomeriggio si è disputato il 5¬∞ turno del Campionato Regionale di Attività Mista ‚Äì Girone L, con l’Olympic Salerno che è incappata nella prima sconfitta stagionale. Al Settembrino di Fratte, la compagine guidata da mister Sica è stata sconfitta 1-2 dalla Virtus Di Giorgio. Per i biancorossi si tratta del primo stop stagionale, dopo le quattro vittorie consecutive in altrettante giornate. Eroe di giornata il portiere avversario che si è reso protagonista di ben due rigori parati.

Gli ospiti trovano il vantaggio già al 4′: l’incomprensione tra Napoli ed il portiere Bassi permette all’attaccante avversario di realizzare il più facile dei gol, a porta sguarnita. I biancorossi provano a reagire e al 9′ vanno vicini al pareggio con un bel diagonale di Siani, ottimamente respinto dal portiere avversario. Poco dopo è Brancaccio a sfiorare la rete: schema perfetto su calcio piazzato che libera al tiro il centrocampista biancorosso il cui tiro è deviato in angolo dall’estremo difensore ospite. I padroni di casa spingono forte sull’acceleratore alla ricerca del pareggio. Al 28′ grande occasione per Siani che, a tu per tu col portiere, non riesce ad insaccare: il tiro debole dell’attaccante biancorosso è deviato di piede dal numero uno della Virtus. Al 32′ mister Sica prova a scuotere la squadra effettuando tre cambi, inserendo Sersante, Donnarumma e De Caro. L’ultima azione pericolosa della prima frazione di gioco arriva al 37′: colpo di testa di Mazzoni su cui vola ancora il portiere ospite.

Nella seconda frazione di gioco gli ospiti trovano l’inaspettato gol del raddoppio. Il cross proveniente dalla fascia viene deviato dal colpo di testa di De Caro. Il pallone si impenna e l’attaccante della Virtus è più lesto di Bassi ed insacca in rete: al 57′ è 0-2. Al 65′ i padroni di casa hanno la possibilità di riaprire la gara. Mazzoni viene atterrato in area e per l’arbitro non ci sono dubbi: è rigore. Discutibile il giallo comminato al difensore della Virtus, autore di un chiaro fallo da ultimo uomo. Dal dischetto si porta Siani: il portiere intuisce la traiettoria e devia in angolo. Mister Sica le prova tutte, passando ad un più offensivo 3-4-3. Al 78′ i padroni di casa reclamano un altro penalty per fallo su Minutolo, diversa l’interpretazione invece del direttore di gara che vede la simulazione del calciatore biancorosso. Cinque minuti più tardi arriva il gol che riapre la partita: è Brancaccio sugli sviluppi di una palla inattiva a siglare il gol della speranza. A tempo praticamente scaduto arriva l’occasione più ghiotta per riacciuffare il pareggio: il cross dalla sinistra di Sersante viene ribattuto con la mano dal difensore avversario e l’arbitro concede il rigore senza esitare. Dal dischetto si porta ancora una volta Siani ma il risultato non cambia: rigore ancora una volta respinto dal portiere avversario. Si chiude cos√¨ una partita stregata per i ragazzi di mister Sica.

 

FORMAZIONE OLYMPIC SALERNO

Bassi, Lambiase, Napoli, De Falco (34′ De Caro), Saviello (73′ Genovese), Arriu (32′ Sersante), Ciardiello (32′ Donnarumma), Minutolo, Brancaccio, Siani, Mazzoni.

A disposizione: Martucci, Mastantuoni, Oliva. Allenatore: Fiorenzo Sica

 

Ufficio Stampa Olympic Salerno

Condividi