O.P. Savoia. Todisco a Metropolis: “Titolo sportivo? Diamo prelazione a Torre Annunziata”

Dall’approdo in pompa magna a Torre Annunziata alla fuga dalla città oplontina. Un percorso durato poco meno di una stagione quello di Arnaldo Todisco, ex presidente del Campania Ponticelli e poi dell’Oplonti Pro Savoia, di cui è ancora proprietario del titolo sportivo. L’avvocato napoletano è alla ricerca di acquirenti per il titolo dell’O.P. Savoia, nei scorsi mesi sembrava vicino l’accordo con imprenditori di Vico Equense, ma a placare le voci di corridoio ci pensa proprio Todisco rilasciando alcune dichiarazioni ai colleghi di Metropolis:

“Continuiamo a dare un diritto di prelazione a Torre annunziata per il nostro titolo. Per rispetto della famiglia Schettino, da sempre vicina alle sorti del Savoia e con cui è nata una solida amicizia, e di Felicio Ferraro stiamo dando la priorità a Torre Annunziata. Pino Aiello e Napolitano da tempo stanno trattando la cessione del titolo e da parte nostra questa trattativa si può chiudere anche in pochissimi minuti. Abbiamo presentato tutta la documentazione che c’è stata richiesta comprese le liberatorie che mancavano. Vico Equense? A Guidone avevo detto che gli avrei dato titolo solo se da Torre non si fosse fatto sentire nessuno. Da parte mia non c’è fretta. Ovvio, però, che tra poco si inizia a programmare la prossima stagione e quindi prima si chiude meglio è. Ci sono dei passaggi burocratici che richiedono tempo, quindi è preferibile chiudere in fretta. Ho sicuramente commesso degli errori per inesperienza. Il Savoia e Torre Annunziata mi hanno aiutato a crescere, ora quasi quasi potrei affrontare la serie A. Ai tifosi dico solo di sostenere questo nuovo corso e di dare fiducia a questi imprenditori”.

Cristiano Campirosso