O. Don Guanella Scampia. Vittoria di misura sul campo del Santa Maria La Carità

Santa Maria La Carità 0 ‚Äì Oratorio Don Guanella Scampia 1
Reti: 84' Nota (ODGS)
SM: Formisano, Di Vuolo, Mastellone, Fontanella, Inserra, Vizzato (72'
D'Auria), Cirillo M. (71' Varriale), Liguori (81' Ruocco), Vitiello,
Raffone, Santonicola. Allenatore: 
ODGS: Musella, Riccio, Scarpellini, Cirillo C. (46' Lucenti), Gaudino,
Fioravante (43' Torinelli), La Rossa, Tramontano, Bianco, Nota (87'
Cristiano), Galiano. Allenatore: Di Sarra
Note – Espulsioni: 50' Vitiello (SM). Ammonizioni: Mastellone, Ruocco (SM);
Galiano, Gaudino, Tramontano, Scarpellini, Bianco (ODGS).

Dopo la sconfitta immeritata tra le mura amiche dell'Hugo Pratt contro
l'Afro Napoli, l'Oratorio Don Guanella Scampia rialza la testa e conquista
tre punti fondamentali in chiave salvezza contro una diretta concorrente
come il Santa Maria La Carità. A decidere il match del San Michele di
Gragnano è la precisissima conclusione a giro su punizione di Gianni Nota
(bomber con esperienza in Belgio, negli anni scorsi).
La gara – Eppure i ragazzi di mister Di Sarra soffrono e non poco nei primi
quarantacinque minuti. Infatti, scende meglio in campo la squadra locale,
che attacca sin dai primi minuti. Al 4' Musella è già costretto agli
straordinari, deviando in angolo con un riflesso spettacolare un bolide
dalla distanza di Vitiello. Fioravante, poi salva sulla linea una
conclusione a porta vuota e tiene sullo 0-0 il match. Da lì, Musella
ingaggia col passare del tempo un duello con l'attaccante Matteo Cirillo,
che cerca il vantaggio dei suoi su calcio piazzato trovando sempre pronta la
risposta dell'estremo difensore guanelliano. Lo stesso numero 7 dei locali,
però, colpisce una clamorosa traversa sul finire della prima frazione. La
sfortuna sembra accanirsi contro i guanelliani, in meno di cinque minuti
devono uscire per infortunio prima Fioravante (sostituito da Torinelli) e
all'intervallo anche Cirillo è costretto ad uscire per Lucenti.
Alla ripresa, il coach dell'ODGS suona la carica negli spogliatoi e cambia
assetto. I ragazzi di Scampia entrano in campo con una carica nuova. Il
cammino diventa ulteriormente in discesa quando l'arbitro espelle un
calciatore avversario, lasciando per quasi tutto il secondo tempo il Santa
Maria in dieci. A La Rossa viene poi annullato un gol regolare: l'arbitro
ferma tutto per un fuorigioco inesistente. Di lì, le occasioni continue e
insistenti di Lucenti, che però non trova la gioia del primo gol con
l'Oratorio. La trova, invece, Nota che pochi minuti prima del triplice
fischio conquista una punizione al limite dell'area: il 10 guanelliano la va
a calciare col sinistro e insacca nell'angolino basso. 
Massimo Di Sarra commenta cos√¨ il risultato: E' da un pò che stiamo facendo
vedere belle cose, stiamo bene e siamo molto motivati. I ragazzi ci tengono
a fare bene, sembra un gruppo nuovo e rinnovato per questo atteggiamento che
hanno messo in queste ultime uscite. Col Santa Maria era una partita
importantissima, da non fallire. Nel primo tempo, loro sono usciti forti e
ci ha fatto indietreggiare. Nel secondo, invece, abbiamo avuto noi più
coraggio e con i cambi ho messo più peso in attacco per cercare la vittoria.
Da qui dobbiamo ripartire; c'è ancora molto da fare per uscire da questa
zona rossa della classifica ma se continuiamo con questa grinta possiamo far
nostra qualsiasi gara. Questi tre punti sono utili anche al morale, inoltre
se manteniamo alta anche la concentrazione e lavoriamo sodo ogni settimana
possiamo sfruttare degnamente il momento positivo. Possiamo farcela!.
Decide il match la prodezza balistica di Gianni Nota che ha voluto
commentare così il suo gol e la prestazione della squadra: Contentissimo
per il gol, ma la cosa più importante era centrare la vittoria e lo abbiamo
fatto. Il primo tempo è stato difficile, loro ci hanno messo sotto e noi non
abbiamo dato quello che potevamo dare. Sapevamo che avrebbero lottato
duramente per questo scontro diretto. Poi noi siamo stati bravi ad uscire e
a fare nostro il secondo tempo. La punizione? Me la sono sentita di
calciarla e o segnato, ho pensato sin da subito di metterla lì. Il gol lo
voglio dedicare alla mia famiglia, a mia moglie e al bambino che sta per
nascere. Ringrazio i miei compagni di squadra e tutto lo staff perché mi
hanno fatto sentire, sin da subito, uno del gruppo!. 

Ufficio Stampa ODGS