Nocerina. Il presidente Maiorino in corsa per le elezioni regionali, rapporto coi tifosi ai minimi storici

Sta per iniziare il terzo campionato dell’era Maiorino a Nocera, con il patron che finora si è dimostrato capace di grandi proclami ma poca concretezza. Dal “passaggio in serie B” promesso a salvezza raggiunta 2 anni fa con 3 giornate di anticipo alle promesse di ripescaggio e la costruzione di una squadra vincente alla salvezza raggiunta “a tavolino” il mese scorso sembra che sia passata una vita, una vita in cui le tante scelte fatte, la cattiva gestione societaria e la poca chiarezza ha fatto vacillare anche la fede della stragrande maggioranza della piazza che soprattutto sui social ha espresso il suo disappunto verso l’avvocato nocerino tanto da portare anche la curva Sud ad invitarlo a “liberare” la società che a suo dire è stata economicamente sanata.

La ciliegina sulla torta è arrivata in queste ore poi, in attesa dell’ufficialità: Maiorino rientra tra i candidati alle elezioni regionali del prossimo Settembre con la Lega.  Quest’ultimo passo ha fatto definitivamente incrinare il rapporto tra tifosi e presidente, coi primi che vedono la sua volontà di non lasciare il timone della Nocerina come una mossa elettorale: certo è l’avvocato non sarebbe il primo né l’ultimo a “mischiare” la politica col calcio. Intanto a breve dovrebbero arrivare i primi acquisti dal calciomercato iniziato ieri, che daranno qualche indicazione sul campionato che affronterà la Nocerina, basterà una squadra importante a far cambiare idea ai tifosi?