Nardò-Savoia 2-2. Dikit√© e Cacace riagguantano i tori salentini

Al “Giovanni Paolo II” di Nardò va in scena l’anticipo della 32esina giornata del campionato di Serie D in vista della pausa pasquale. Il I toro di Bitetto ospitano gli oplontina del Savoia.

Campilongo schiera la formazione migliore con tutti i titolari in campo. Savini tra i pali e l’ormai canonico 3-5-2 che sta facendo le fortune della formazione oggi in casacca nera. Trio difensivo composto da Poziello, Cacace e Guastamacchia. In cabina di regia Maranzino al posto del l’infortunato Gatto affiancato da Albino e Costantino. Sulle fasce Nives ed Esposito.

IL MATCH – La partita parte subito su ritmi certamente non bassi ma con il freno a mano tirato per via di un turno infrasettimanale a ciò lo so squadre non sono abituate. Il Nardò gioca in maniera molto spregiudicata ed è proprio di marca granata l’occasione più nitida su calcio di punizione di Molinari. Savini si supera deviando in angolo. Le due to nazioni giocano per lo più a centrocampo ma il pallino del gioco è proprio della squadra di casa causa anche continue interruzioni per falli da parte degli oplontina. Il Savoia si fa vedere davanti ma i tentativi sono dalla distanza e lontani dallo specchio di porta. Vicinissimo il Nardò al pareggio anche in occasione di un tiro finito sulla traversa.

Nella ripresa Savoia con un piglio completamente diverso. Oplontini più spumeggianti che vanno a testare i riflessi di Rizzitano ma senza trovare il gol. Botta e risposta tra le due squadre con il risultato che si sblocca solo al 26′ con un tiro di Kyeremateng sul quale è sfortunato Savini beffato dal rimpallo. Poco prima occasione per il Savoia con Costantino che crossa dalla sinistra verso il centro ma è ancora un nulla di fatto. Appena pochi minuti più tardi Diakit√© rimette le cose in parità. Savoia che ci crede e alza il baricentro favorito dalle sostituzioni e dal cambio modulo del tecnico Campilongo. Al 90′ gli oplontina vanno nuovamente vicini al gol ma si salvano i granata che sulla ripartenza su palla rubata trovano una difesa molle. Spazio per il numero dieci nerentino che insacca. Nonostante il nuovo svantaggio il Savoia si butta nuovamente in avanti andando a pressare sull’avverzario. Al 97′ ci pensa il due Ausiello-Cacace a rimettere le cose a posto. Il numero 80 crossa dalla sinistra per l’inzuccata del centrale difensivo. Pochi secondi e arriva anche il triplice fischio.

Il Savoia esce dal “Giovanni Paolo II” con un buon punto e con la consapevolezza di aver dato tutto.

A.C. NARDO’ – U.S. SAVOIA 1908: 2-2 (0-0 pt)

Nardò (4-3-3): Rizzitano ’99; Scipioni, De Pascalis ’98 (73′ Monopoli ’98), Aquaro, Centoneze ’00; Bolognese ’99, Versienti, Prinari Kyeremateng, Mingiano, Molinari (65′ Palmisano ’99). A disposizione: Mirarco, Cassano, Infusino ’00, Arario, Frisenda ’01, Lezzi ’01, Giglio ’99. Allenatore: Francesco Bitetto

Savoia (3-5-2): Savini ’99; Guastamacchia (75′ Tedesco), Cacace, Poziello; Nives ’00, Alvino (64′ D’Ancora), Maranzino ’99, Costantino (90′ Ayina), Esposito ’99; Del Sorbo (74′ Ausiello), Diakite. A disposizione: Scolavino ’99, Imbrola ’98, Liguoro ’00, Rondinella ’01, Rekik ’98. Allenatore: Salvatore Campilongo

direttore di gara: Marco Sicurello di Seregno
assistenti: Alessandro Panzardi di Bologna e Francesco Rinaldi di Policoro

marcatori: 70′ e 89′ Kyeremateng (N), 81′ Diakite (S), 96′ Cacace (S)

ammoniti: Scipioni, Kyeremateng, Prinari e Palmisano (N), Costantino, Maranzino, Nives e Cacace (S)
espulsi: //
recuperi: 2′ pt , 8′ st
angoli: 2-3

Dalla nostra inviata allo stadio “Giovanni Paolo II” di Nardò, Cristina Mariano