Napoli-Torino 2-1. Manolas la sblocca, Di Lorenzo sigla il bis: le pagelle degli azzurri

Il Napoli continua ad inanellare punti e a vedere sempre più vicina la zona Europa. Dopo i due successi ottenuti con Cagliari e Brescia, gli azzurri di mister Gennaro Gattuso mandano  portano a casa la terza vittoria di consecutiva in campionato, mandando al tappeto allo stadio San Paolo anche il Torino di Moreno Longo. I partenopei si sono imposti sui granata con un meritato 2-1, frutto delle reti messe a segno da Kostas Manolas e Giovanni Di Lorenzo. Vano il gol siglato nell’extra time da Edera.

LE PAGELLE DEGLI AZZURRI

OPSINA: lavoro di ordinaria amministrazione. Sono davvero poche le circostanze in cui viene chiamato in causa. Ma in quelle poche volte, risponde sempre presente con grande decisione. Le sue uscite sia alte che basse trasmettono alla retroguardia azzurra tanta sicurezza. Voto: 6.

DI LORENZO: in continua evoluzione. Non arresta mai la sua spinta sulla fascia. Risulta ancora una volta a dir poco essenziale sia in fase offensiva che difensiva. Le sue sovrapposizioni sono continue e mai banali. Nel finale Sirigu gli nega la gioia del gol con una super parata, ma poco dopo lo stesso estremo difensore granata non può nulla sulla seconda chance del terzino che archivia il match. Voto: 7,5.

MANOLAS: sblocca la gara con un sontuoso stacco di testa che incanala la gara sulla strada giusta. Sempre attento e diligente in difesa. Guida la retroguardia azzurra con una certa autorevolezza. Annulla Belotti e Zaza senza alcun tipo di sofferenza. Voto: 7.

MAKSIMOVIC: dalle sue parti non si passa. Alza un muro invalicabile per i granata. Sempre guardingo su ogni tipo di situazione. Efficace e deciso negli interventi. Dimostra qualità anche in palleggio. Voto: 6,5.

HYSAJ: da grande sicurezza sull’out sinistro. Spinge con frequenza, ma allo stesso tempo risulta provvidenziale in fase di copertura. Forma un ottimo tandem con Insigne. Voto: 6,5.

FABIAN RUIZ: da al centrocampo azzurro le giuste geometrie. Anche oggi mette in mostra le sue grandi qualità con giocate di rara fattura. I suoi inserimenti sono sempre una spina nel fianco per la retroguardia granata. Voto: 6,5.

LOBOTKA: torna tra i titolari e lo fa nel migliore dei modi, ovvero, con una prestazione di livello. Dispensa qualità a ripetizione, dando alla mediana partenopea degli ottimi tempi di gioco. Anche quando si inserisce dimostra di poter far male. Voto: 6,5. Dal 79’ ALLAN SV.

ZIELINSKI: corre e battaglia a tutto campo. Le sue accelerazioni palla al piede in diverse circostanze fanno vacillare i granata. Nel finale sfoggia un grande spirito di sacrificio. Voto: 6.

POLITANO: è sempre nel vivo del match, ma in più occasioni risulta poco ludico nelle scelte. Fatica ad intendersi con Milik. Voto: 6. Dall’84’ ELMAS: SV.

MILIK: il suo lavoro è immenso. Cerca in tutti i modi di mettere in apprensione la difesa piemontese. Corre e fa a sportellate senza sosta. Va a caccia del gol più volte, ma non arriva. Essenziali i suoi movimenti in fase di non possesso. Voto: 6. Dal 74’ MERTENS: entra e mette subito la firma sul match con una perla sublime per Di Lorenzo che sigla la rete del 2-0. Voto: 6,5.

INSIGNE: il suo supporto alla manovra non manca mai. Sulla catena di sinistra è un pericolo costante per i granata. Resta sempre sul pezzo fino alla fine. Perfetta la palla che ha mandato in gol Kostas Manolas. Voto: 6.

 

Nunzio Marrazzo