Napoli-Spezia 1-0. Raspadori sfata il tabù, azzurri volano in classifica

Il Napoli continua vincere in campionato. Gli uomini di Spalletti sfatano il tabù Spezia e superano i liguri anche se solo all’ultimo respiro. La prima rete di Raspadori in maglia azzurra consegna i tre punti e la quarta vittoria stagionale ai partenopei.

RISULTATO BLOCCATO SUL PAREGGIO

Un match che parte in sordina. Napoli e Spezia si studiano a centrocampo per capire gli spazi da attaccare. Gli azzurri prendono subito il predominio del possesso palla, ma la gara stenta a decollare. Infatti, il primo tiro nella specchio per i partenopei arriva solo al 22esimo con Anguissa, ma Dragowski controlla facilmente la conclusione.

Cresce la squadra di Spalletti, che va a scontrarsi con la fitta, ma non impenetrabile, difesa spezzina. Superata la mezz’ora le reti sono ancora inviolate, una gara bloccata nonostante le buone giocate offerte dai padroni di casa con il solito Kvaratskhelia. Gyasi prova a far vedere i liguri dalle parti di Meret, che si rifugia in angolo.

L’insistenza dei napoletani non viene premiata, lo Spezia trova maggior compattezza difensiva, riuscendo a non favorire il gioco degli azzurri. La prima frazione di gioco vede le squadre andare negli spogliatoi con il risultato fermo sul pareggio a reti inviolate.

ALLA FINE ARRIVA RASPADORI

Ad inizio ripresa Spalletti sostituisce un deludente Ndombele con Lobotka, per dare dinamismo e gioco alla manvora azzurra. Partenza via e Anguissa sfiora il vantaggio, trovando la risposta di un attento Dragowski. Cresce anche lo Spezia, che non è avulso dalle azioni offensive. Gli uomini di Gotti si scontrano con una buona difesa azzurra, che chiude gli spazi senza troppi affanni.

Rischia il Napoli con Mario Rui che di testa effettua un passaggio corto a Meret, il portiere viene anticipato da Kiwior che per poco non porta in vantaggio i suoi. Una gara che sembra in copia di quella di poche settimane fa con il Lecce. I partenopei sembrano non riuscire a scardinare la difesa avversaria, faticando a costruire azioni concrete da rete.

Sembra non riscire a smuovere la manvora nemmeno l’ingresso di Simeone. Un Napoli troppo disordinato in fase di costruizione, che si fa prendere dalla frenesia di attaccare. Situazione che fa gioco allo Spezia, che inizia a pregustare il pareggio, ma all’ultimo respiro arriva la doccia gelata. Cross al centro, la palla arriva a Raspadori che beffa Dragowski, sbloccando poco prima del novantesimo il match e realizzando la prima rete in azzurro.

TABELLINO DI GARA
SSC NAPOLI – SPEZIA CALCIO 1-0

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Jesus, Mario Rui; Anguissa (58′ Zielinski), Ndombele (46′ Lobotka); Politano (58′ Lozano), Elmas (75′ Gaetano), Kvaratskhelia (68′ Simeone); Raspadori. A disposizione: Sirigu, Marfella, Min-Jae, Olivera, Ostigard, Zanoli, Zerbin, Simeone. Allenatore: Luciano Spalletti

Spezia (3-5-2): Dragowski; Ampadu (70′ Hristov); Kiwior, Nikolau; Holm, Agudelo (81′ Sala), Bourabia (70′ Ellertsson), Bastoni (63′ Kovalenko), Reca; Gyasi, N’Zola. A disposizione: Zoet, Zovko, Beck, Caldara, Sanca, Sher, Strelec. Allenatore: Luca Gotti

marcatori: 89′ Raspadori (N)

ammoniti: Gyasi (S), Elmas (N), Dragowski (S)
espulsi: Spalletti (N)
angoli: 10-5
recuperi: 2’pt, 5’st

direttore di gara: il signor Alberto Santoro della sezione di Messina
assistenti: i signori Damiano Margani della sezione di Latina e Marco D’Ascanio della sezione di Ancona
IV uomo: il signor Manuel Volpi della sezione di Arezzo
VAR: il signor Paolo Valeri della sezione di Roma 2
AVAR: il signor Emanuele Prenna della sezione di Molfetta