Napoli-Spal 3-1. Callejon encomiabile, Koulibaly una roccia: le pagelle degli azzurri

Il Napoli di Gennaro Gattuso non si ferma più. Gli azzurri, dopo aver messo al tappeto l’Hellas Verona al Marcantonio Bentegodi, si impongono anche tra le mura di casa dello stadio San Paolo contro la Spal di Luigi di Bigio, agganciando la quinta vittoria consecutiva in campionato (non accadeva da febbraio 2018). I partenopei hanno mandato ko gli emiliani con il risultato di 3-1. A trascinare il Napoli al successo sono state le reti firmate da Mertens, Callejon e Younes. Vano il gol messo a segno da Petagna.

LE PAGELLE DEGLI AZZURRI

MERET: quando viene chiamato in causa risponde sempre presente. A confermarlo è la superba parata effettuata nella ripresa su Valoti. Può davvero poco sulla rete di Petagna. Voto: 6,5.

HYSAJ: sotto la gestione di Gattuso sembra un altro calciatore. Mette in mostra una prestazione di grande livello. Efficace in copertura, ma allo stesso tempo letale in fase offensiva. Voto: 6,5.

MAKSIMOVIC: una roccia. Non da nessun cenno di difficoltà quando la squadra emiliana innesca delle sortite offensive, eccetto sulla rete di Petagna. Puntuale e deciso negli interventi. Smista il gioco dalle retrovie con grande autorevolezza. Voto: 6,5.

KOULIBALY: onnipresente. Altra prestazione di livello per il possente centrale senegalese. Combatte senza sosta, rendendosi protagonista con diversi interventi che risultano decisivi nell’economia del match. Essenziale in disimpegno. Voto: 6,5. Dal 80’ MANOLAS: SV.

MARIO RUI: dalle sue parti non si passa. Spinge con costanza e intelligenza. Mette in campo la solita grinta e tenacia. Sono davvero poche le sue sbavature difensive. Voto: 6. Dal 80’ GHOULAM: ancora minutaggio per lui. Entra e conferma il suo ottimo stato di forma. Sfiora il gol con una punizione magistrale che Letica sventa in extremis. Sfoggia il suo delizioso mancino in più circostanze. Voto: 6.

FABIAN RUIZ: sempre in palla. Disputa una gara di grande intensità e grinta. Dette i tempi di gioco come un vero metronomo. Dopo appena quattro minuti, scaturisce la rete del vantaggio firmata da Mertens con una bella palla filtrante. Nella finale della ripresa si rende autore con un’ennesima giocata d’alta scuola che propizia la rete di Younes. Voto: 7,5.

LOBOTKA: guida la mediana azzurra senza alcun tipo di problema. Attento e pulito negli interventi. Dimostra una grande visione di gioco e un passo gara al quanto eccelso. Mai banale nelle scelte. Voto: 6,5.

ELMAS: prestazione ottima. Un vero mastino a centrocampo. Il suo lavoro in fase di interdizione è a dir poco encomiabile. Sfiora il gol in diverse circostanze. Nella prima frazione propizia la rete di Callejon con una stupenda pennellata. Voto: 6,5.

CALLEJON: torna titolare dando una prova superlativa. I suoi tagli ancora una volta si dimostrano essenziali. Proprio su uno di questi sigla la rete del vantaggio con un gol di rara fattura. Voto: 7,5. Dal 76’ YOUNES: ha un grande impatto sul match. È lui a mettere in ghiaccio la gara siglando la rete del 3-1 con un ottimo stacco di testa su assist di Fabian Ruiz. Voto: 7.

MERTENS: dopo quattro minuti di gioco sfrutta un bellissimo spunto di Fabian Ruiz per bucare la difesa emiliana e punire Letica con un delizioso tocco sotto. Voto: 7. Dal 64’ MILIK: entra con la giusta mentalità. Si cala subito nella gara, dando ai suoi nuova linfa. Voto: 6.

INSIGNE: spinge a tutta forza sull’out sinistro. Si rende pericoloso in innumerevoli circostanze. I suoi affondi sono un pericolo costante per la retroguardia di Di Biagio. Voto: 7. Dal 65’ LOZANO: il suo ingresso da nuova verve agli azzurri. Dopo Verona sembra aver acquisito maggiore consapevolezza. A dimostrarlo sono le diverse giocate d’alta scuola fatte vedere oggi. Voto: 6,5.

 

Nunzio Marrazzo 

Condividi