Napoli-Palermo 2-0. Reina spettatore, Higuain protagonista: le pagelle

Napoli sempre più su, rifila due reti al Palermo e conquista la quinta vittoria consecutiva, la sesta in campionato e resta attaccato alla carovana di inseguitrici della Roma, a meno due punti.

Ecco le pagelle del successo azzurro:

Reina: Spettatore non pagante. Voto 6

Albiol: Partita non difficile, ma lui è impeccabile. Voto 6.5

Chiriches: Sostituisce bene Koulibaly, giocatore interessante. Voto 6.5

Ghoulam: In una sola circostanza perde il suo diretto avversario, poi solita prestazione di spessore. Voto 6+

Hysaj: Qualche imprecisione in appoggio, bene in fase difensiva. Voto 6+

David Lopez: Fa legna e quantità in mediana, cala nella ripresa. Voto 6.5

Jorginho: Senza quel ‘mostro’ che risponde al nome di Higuain, sarebbe il migliore in campo: non getta via nessun pallone, sempre presente e preciso. Voto 7+

Hamsik: Sfiora il gol dopo pochi minuti, in qualche circostanza poteva essere più cattivo sotto rete; poi solita qualità e quantità. Voto 6.5

Callejon: Impreciso ma sempre tanta buona volontà. Voto 6

Insigne: Un palo che grida vendetta e poco altro, se si esclude la colorita uscita dal campo. Voto 6

Higuain: Un gol stratosferico, un palo, un super intervento di Sorrentino che gli nega la doppietta, e tanto altro. Voto 7.5

Subentrati:

Mertens: Un palo e un gol… esultasse sorridendo, come ha sempre fatto. Voto 7

Allan – El Kaddouri: Voto 6

Sarri: Due cambi rispetto alla formazione tipo per far rifiatare Koulibaly ed Allan, non pesano sulla prestazione della squadra. Unica pecca di serata, la leziosità intravista in certi frangenti di gioco: al netto della sfortuna (3 pali) e di Sorrentino, questa partita andava chiusa molto prima. Sia bravo, magari con l’aiuto della società, a tenere a bada eventuali tensioni nello spogliatoio, che comunque non devono essere ingigantite da media e tifosi. Il suo Napoli e’ semplicemente un belvedere, un gioiellino che non merita di essere minato da fattori esterni, supportati e ‘giustificati’ da fattori interni/egoistici.

Arbitro: Partita facile da dirigere. Voto 6

Palermo: Sorrentino e i pali evitano un passivo peggiore ai rosanero, apparsi davvero inconsistenti. La salvezza, considerando il livello delle rivali dei siciliani, non dovrebbe essere un problema.

Pasquale Lucchese

 

Condividi