Napoli. Lo dicono i numeri: hai la terza miglior difesa del campionato italiano

E’ sicuramente uno dei reparti finiti nel mirino della critica da qualche mese a questa parte. Ma la linea difensiva del Napoli di Benitez, numeri alla mano, non è poi cos√¨ in difficoltà come la vorrebbero da più parti. Spulciando i numeri di questo scorcio di campionato emerge che, con 20 reti al passivo, il pacchetto difensivo dei napoletani è uno dei migliori del torneo. Precisamente il terzo. Meglio degli azzurri (molto meglio) hanno fatto la Juventus di Conte (al secondo posto in questa speciale classifica con 12 reti al passivo) e la Roma di Garcia, migliore difesa con soli 10 gol incassati finora. Ex aequo con Reina e company c’è la Fiorentina che, nonostante le iniziali difficoltà del portiere Neto, ha pur sempre nel suo organico gente del calibro di Gonzalo e Roncaglia.

I movimenti dei difensori nel 4-2-3-1 caro al trainer iberico sono risultati decisamente diversi da quelli richiesti l’anno scorso da Mazzarri. E, gara dopo gara, gli azzurri hanno assimilato movenze e segreti del nuovo modo di difendere rispetto al recente passato. Molte reti incassate dai napoletani sono arrivate per errori singoli (vedi lo svarione di Maggio a Cagliari o le topiche iniziali di Fernandez, che non giocava due partite di fila ad un certo livello dai tempi dell’esperienza argentina); qualitativamente il pacchetot difensivo avrebbe bisogno di qualche altro innesto in grado di affiancare Albiol. Ma numeri alla mano gli azzurri, in quanto a reti subite, sono alle spalle di una Juventus che ha strappato ogni record e di una Roma che, con l’arrivo di Garcia, ha rimesso a lucido Maicon e Castan, valorizzato Benatia e piazzato De Rossi ad egida della linea difensiva.

Salvatore Alligrande

 

Condividi