Napoli-Liverpool 2-0. Spettacolo al San Paolo, due “atti” per la vittoria sui Reds

Serata magica, serata speciale sotto l’ombra del Vesuvio. I riflettori che illuminano uno stadio “San Paolo” tirato a lucido per il grande evento della Champions League, il pubblico è quello delle grandi occasioni, sul terreno di gioco i campioni d’Europa del Liverpool trovano un Napoli che infiamma lo stadio mettendo in scena una prestazione di pregevole livello e conquistando il successo, grazie alla capacità di approfittare degli episodi per abbattere i campioni in carica.

SPETTACOLO SUL VELLUTO – Testa alta e sudditanza zero, con questa mentalità gli azzurri hanno interpretato la prima frazione di gioco, mettendo in difficoltà la squadra allenata da Klopp. Una prestazione maiuscola, una gara ben interpretata dai partenopei contro un Liverpool che, una volta trovata la giusta quadratura, ha risposto colpo su colpo. Un mix perfetto che ha reso la sfida bella ed esaltante, per la gioia degli spettatori accorsi allo stadio e quelli che seguono dalla TV. Occasioni per entrambe le contendenti, estremi difensori mai distratti, se Meret è una garanzia, Adrian non fa rimpiangere Alisson. In attacco Lozano prova ad esaltarsi, mentre Salah cerca di pungere ma è contrastato da un monumentale Koulibaly. Il match, però, non si sblocca e le squadre tornano negli spogliatoi con il risultato ancora in bilico.

MERTENS-LLORENTE: REDS KO – L’intensità e la grinta messa in scena dal Napoli nel primo tempo, si spegne dopo il miracolo di Adrian su Mertens. Il Liverpool cresce, mentre gli azzurri iniziano a respirare cercando di dosare le forze per tentare, in modo sornione, l’arrembaggio dei minuti finali. Si gioca in una metà campo, quella partenopea, ma Koulibaly e Meret non permettono ai Reds di trovare il gol. Gli inglesi insistono, premono, cercando con ostentata ostinatezza la rete. Dall’altra parte il Napoli, attento, accorto, trova la giusta ripartenza e conquista un calcio di rigore con Callejon. Mertens piazza la palla sul dischetto, incrocia, Adrian tocca ma è gol, Napoli in vantaggio. Una rete che segna la svolta, si rompe l’incanto per i campioni in carica, perchè il Liverpool si proietta in attacco, ma Llorente è pronto a calare il sipario sulla sfida, realizzando il raddoppio in pieno recupero. Cos√¨ finisce la partita, cos√¨ finisce l’esordio dei partenopei nella Champions League 2019/2020, i campioni d’Europa vanno KO, il Napoli legittima il suo nome tra le stelle dell’Europa calcistica.

TABELLINO DI GARA
SSC NAPOLI 1926 – LIVERPOOL FC: 2-0 (0-0 pt)

NAPOLI
(4-4-2)
LIVERPOOL
(4-3-3)
Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan (75′ Elmas), Fabian Ruiz, Insigne (66′ Zielinski); Lozano (69′ Llorente), Mertens Adrian; Alexander-Arnold, Van Dijk, Matip, Robertson; Milner (66′ Wijnaldum), Henderson (87′ Shaqiri), Fabinho; Salah, Firmino, Man√©
Allenatore: Carlo Ancelotti Allenatore: Jürgen Norbert Klopp
Panchina: Ospina, Ghoulam, Maksimovic, Milik Panchina: Kelleher, Gomez, Lallana, Lovren, Oxlade-Chamberlain
Indisponibili: HysajSqualificati: nessuno Indisponibili: Alisson, Clyne, Origi, KeitaSqualificati: nessuno
direttore di gara: Felix Brych (GER)
assistenti: Mark Borsch-Stefan Lupp (GER)
IV Uomo: Martin Petersen (GER)
VAR-AVAR: Bastian Dankert-Marco Fritz (GER)marcatori: 82′ rig. Mertens (N), 92′ Llorente (N)ammoniti: Robertson (L), Milner (L)
espulsi:
angoli: 7-6
recupero: 0’pt, 5’st

Gianfranco Collaro