Napoli. Incidente a Capri per Higuain: ecco la dinamica

Paura per Gonzalo Higuain. Secondo quanto pubblicato sull’edizione on-line de Il Mattino, questa mattina l’attaccante azzurro è stato portato, d’urgenza, al pronto soccorso dell’ospedale Capilupi di Capri. Il bomber argentino, in barca in compagnia di amici presso Marina Piccola, avrebbe messo un piede in fallo sugli scogli, cadendo di viso: per lui un taglio all’altezza della mandibola. A breve potremo saperne di più, augurando che non sia nulla di grave.

Aggiornamento 14:30 – “Attimi di paura e nulla più per Higuain. E’ certo che è stato suturato al volto, ora dovrebbe essere ancora al Capilupi di Capri, ma nessuna preoccupazione ulteriore. La dinamica non è chiara del tutto, ma avrebbe solo rovinato la giornata di vacanza del Pipita”. Questo il resoconto del gironalista Massimo Ugolini a Sky Sport 24. Radio KissKiss invece rivela che al Pipita sono stati apportati otto punti di sutura sul mento e due sulla fronte.

Aggiornamento 15:25 – Ulteriori particolari dal portale repubblica.it: “Ha riportato un taglio al viso pre-mandibolare” spiega il dottor Mauro Ingrosso dell’ospedale Capilupi di Capri. Che poi assicura: “Le sue condizioni sono ottime, e già in giornata potrebbe lasciare il nosocomio”.

Aggiornamento 17:45 – Con un comunicato diffuso alla stampa, la capitaneria di porto ha chiarito la dinamica dell’incidente: “Brillante operazione della Guardia Costiera di Capri oggi in tarda mattinata che in pochi attimi ha prestato soccorso al giocatore del Napoli Higuain, dopo un incidente a bordo di un’imbarcazione da diporto nelle acque di Marina Piccola. Il giovane attaccante sembrerebbe essere scivolato sulla pedana di poppa dell’unità, dove era a bordo con alcuni amici, mentre si accingeva ad effettuare un tuffo, urtando violentemente lo zigomo. Immediati i soccorsi della Guardia Costiera che, proprio in quel momento pattugliava la zona con il battello veloce G.C. A 81. I militari si sono immediatamente accorti che a bordo dell’imbarcazione modello itama 45 qualcosa non andava. Il Conduttore del Gommone, Sergente Erculanerse ed il Direttore di Macchina Sottocapo D’Amico, hanno avvisato la sala operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Capri che immediatamente ha assunto il coordinamento dell’operazione. Il calciatore è stato trasbordato sul gommone veloce che in pochi attimi ha raggiunto l’imbarcadero di Marina Piccola dove ad attenderlo già era presente il personale medico del 118 dell’Ospedale Capilupi di Capri. Dopo essere stato dimesso nel primo pomeriggio, il calciatore si è recato presso gli uffici della Guardia Costiera dove è stato sentito dai militari per gli accertamenti di rito”.

Condividi