Napoli-Hellas Verona 2-0. Super Koulibaly, Callejon ritrova la rete: le pagelle degli azzurri

Il Napoli continua a vincere in campionato anche ad inizio 2018, confermandosi in testa della classifica di Serie A. Questa volta a cadere è l’Hellas Verona dell’ex Fabio Pecchia.

Ecco i voti e le pagelle degli azzurri:

Reina: Con un pizzico di fortuna sventa l’unica occasione ospite. Voto 6+

Albiol: Nessuna sbavatura, resta in campo fino all’84’minuto, nonostante una botta rimediata nella prima frazione. Voto 6.5

Koulibaly: Gladiatore assoluto, oggi anche in versione goleador. Una rete, la quarta in campionato, che spazza via gli incubi di un match bloccato. Voto 7.5

Hysaj: Ordinaria amministrazione, spinge poco ma sempre attento in fase passiva. Voto 6+

Mario Rui: Prova ‘gradualmente’ ad entrare negli ingranaggi di sinistra con Hamsik e Insigne. Cresce nella ripresa. Voto 6+

Jorginho: Sbaglia qualche tocco, riesce comunque a far girare la squadra. Voto 6+

Hamsik: La B gli dedica il giusto tributo con un meraviglioso striscione. Prestazione di sostanza per lo slovacco, sempre nel vivo del gioco partenopeo. Voto 6.5

Allan: Bench√© impreciso in fase di impostazione e nelle conclusioni, fa valere la sua caparbietà e la sua dinamicità. Voto 6.5

Callejon: Torna al gol dopo una lunga astinenza. Voto 7+

Insigne: Sfiora e divora un gol, il palo e l’assist al bacio per lo spagnolo. Voto 7

Mertens: Un palo, sciupa qualche occasione ma combatte senza risparmiarsi. Voto 6.5

Subentrati

Zielinsky: Entra quando i ritmi si abbassano, partecipa al giro-palla dei suoi compagni. Voto 6+

Maksimovic: Una decina di minuti per sostituire Albiol. Voto 6

Rog: Pochi minuti anche per il giovane croato. Voto 6

Sarri: Il Napoli domina la sfida sin dai primissimi minuti, leziosità, imprecisione, Nicolas e sfortuna tengono gli scaligeri in partita fino all’ora di gioco. Ci vuole la capocciata di KK su azione d’angolo, per allontanare le ansie e le paure di una partita che sembrava, nel giorno della Befana, stregata! Sull’asse sinistra-destra che a Napoli prende le sembianze di Insigne e Callejon, Hellas al tappeto e mandato a casa. Vittoria stra-meritata, più sofferta di quanto era pronosticabile, ma contava solo mettere altri tre punti in cascina, restando ancora unici artefici del proprio destino. Ora la sosta per riprendere fiato, energie fisiche e mentali, nel frattempo il mercato la farà da padrone. La società faccia il suo per sostituire i due infortunati e accogliere le (eventuali) ‘richieste’ del mister.

Arbitro: Gara gestita bene nonostante le ripetute proteste dei veneti, soprattutto sulla rete di Koulibaly. Voto 6

Hellas Verona: Con Spal e Crotone, forse Benevento, si giocherà la permanenza in A.

A cura di Pasquale Lucchese

Condividi