Napoli-Frosinone 4-0. Higuain migliore attore tra i protagonisti: le pagelle degli azzurri

Il Napoli conclude la stagione 2015/2016 conquistando con merito il secondo posto in classifica ed anche l’accesso diretto alla Champions League, superando agevolmente il Frosinone dell’ex Stellone, già retrocesso in cadetteria. Tempo da lupi, nonostante la primavera, ma a scaldare i cuori dei partenopei ci ha pensato Gonzalo Higuain, entrando nella storia, non solo del club azzurro, ma anche del calcio italiano, superando il record di reti detenuto da Nordhal.

Napoli – Frosinone 4-0

Reina: Normale amministrazione. Voto 7

Chiriches: Sostituisce lo squalificato Albiol, prestazione senza pecche. Voto 7

Koulibaly: Insuperabile. Voto 7

Hysaj: Corsa e anche un assist vincente. Voto 7

Ghoulam: Tanta spinta. Voto 7

Jorginho: Non sbaglia nulla. Voto 7.5

Hamsik: Criticatelo…intanto lui entra nella nostra storia come presenze e come gol. Voto 8.5

Allan: Superlativo nell’assist del 2-0. Voto 7.5

Callejon: Due volte vicino alla rete. Voto 7

Insigne: Finale di stagione non brillantissimo, peccato la traversa. Voto 7

Higuain: Battere il record di Nordhal con quell’ eurogol, sceneggiatura al limite del reale. Tripletta e record, 36 marcature in 35 gare, tenerlo sarebbe un segnale forte di reale volontà di potenza… Voto 9.5

Subentrati:

Mertens, Regini e David Lopez: Voto 6

Sarri: Campionato stratosferico. Si torna ad ascoltare la musichetta, senza passare per i preliminari. Questo Napoli dai tanti record collettivi e personali, e’ una sua creatura.

Grandi meriti al mister, ora la ‘palla’ passa alla società, alias ADL…La speranza, vana sotto certi aspetti, e’ che non si ripeta quanto successo dopo il primo anno dell’esperienza Benitez.

Finisce una stagione che ci ha permesso di vedere il miglior Napoli di sempre; nessun titolo si porta a casa, ma resta la consapevolezza di aver assistito ad un’annata che resterà negli annali azzurri,
in attesa del famoso ultimo step… Ma questo è il futuro, almeno per una notte, godiamoci il presente e questa preziosa piazza d’onore.

Arbitro: Il rosso a Gori per proteste e’ difficile da valutare, per il resto partita semplice.

Frosinone: ‘Oltre ogni categoria, sei tu la mia malattia’, lo striscione degli oltre 500 ciociari presenti al San Paolo, con la squadra già retrocessa, sintetizza cosa è l’amore, il legame verso la squadra della propria città. Dopo un anno, i gialloblù tornano in cadetteria, formazione ‘simpatica’, che ha provato a fare calcio, merito di Stellone, ex attaccante di un Napoli che fu….

A cura di Pasqule Lucchese