Napoli. E’ la notte dei nostalgici: Lavezzi-Hamsik per un salto nel passato

Napoli e il Napoli sono alle prese con l’ennesima estate di mercato, l’ennesima campagna di fantamercato contornata da notizie e suggestione. L’unica certezza è che difficilmente i sogni si realizzeranno, ma soprattutto difficilmente si concretizzerà un colpo alla Cristiano Ronaldo che metterebbe il Napoli in una posizione diversa per il prossimo scudetto.

E’ la prima estate senza Marek Hamsik, la prima sessione di mercato senza il capitano, mentre ormai ci si è abituati all’assenza di Ezequel Lavezzi, al secolo il Pocho. Un 2019 che ha portato poche gioie alla squadra di Carlo Ancelotti, che vede ancora una volta la Juve trionfare, arricchirsi e il Napoli restare bloccato in quel limbo da cui De Laurentiis non sembra voler uscire.

Tra James, Lozano, Manolas i pensieri e le suggestioni sono tante, unico colpo di mercato al momento l’arrivo di Di Lorenzo, che lascia l’amaro in bocca se confrontato con quello bianconero Aaron Ramsey. Una situazione che sta pian piano spegnendo l’entusiasmo e che porta spesso i tifosi azzurri rifugiarsi in un passato neanche tanto lontano. Il passato che vede ancora una volta il Pocho e Marekiaro con la casacca azzurra addosso.

E’ la notte delle nostalgie questa che si sta consumando sotto il ritardatario caldo estivo che già soffoca i tifosi ansiosi di sentire chi ci sarà al prossimo ritiro. Al di là dell’orizzonte, verso il Paese raggiunto dal nostrano Marco Polo, la storia si incontra e si scontra. Passato e presente si confondono e si mescolano lungo la via della seta, dove Lavezzi e Hamsik giocano uno contro l’altro per la seconda volta, dopo l’amichevole nell’ormai lontano 2015. A vincere è Lavezzi contro quello che fu il suo compagno di squadra, quando ancora il numero 17 azzurro non aveva ricevuto l’effige di capitano.

Lavezzi ed Hamsik erano arrivati al Napoli nel 2007 con la promozione in Serie A del club di De Luarentiis dopo la rinascita del 2004. Hanno rappresentato e continuano a rappresentare un pezzo di una storia fresca, quella che ha ritrovato un trofeo dopo anni di digiuni. La vittoria all’Olimpico di Torino nel 2009 dopo oltre vent’anni di tabù sotto i colpi proprio di Hamsik e nella partita successiva, a Napoli di Lavezzi. Due pezzi di una storia che riscalda il cuore dei tifosi e che va pian piano a sbiadire lasciando spazio ai ricordi e a nuovi pezzi di storia ancora da vivere.

La continua contestazione con De Luarentiis per un mercato oculato

ma sempre al di sotto delle possibilità e delle aspettative non fanno altro che incrementare il senso di nostalgia verso i due pilastri di una rinascita che ancora deve compiersi completamente e definitivamente.

Un salto nel passato e il drastico, impietoso ritorno alla realtà quando si realizza che in quel campo, il Langfang City Sports Center di Hebei, Marek ed il Pocho sono rivali, avversari e non più compagni di squadra. E’ la notte dei nostalgici, mentre il passato sfugge tra le dita sgretolandosi come carta al contatto del fuoco, quella della passione dei tifosi partenopei vogliosi di ritrovare le emozioni del duo delle meraviglie.

Cristina Mariano