Napoli-Cagliari 2-0. Insigne, Zielinski e Spalletti commentano la vittoria

Sesta vittoria di fila per il Napoli di mister Luciano Spalletti. Dopo aver piegato Venezia, Genoa, Juventus, Udinese e Sampdoria in questione avvio, gli azzurri mandano al tappeto anche il Cagliari dell’ex Walter Mazzari in occasione della 6^ giornata di Serie A. I partenopei, primi in classifica a quota 16 punti, hanno archiviato la pratica sarda con il risultato di 2-0. A consegnare la vittoria agli azzurri, al di là dell’ennesima prestazione di pregevole fattura, sono state le reti messe a segno da Victor Osimhen (6 reti in stagione – come lui solo Benzema in questo avvio) e capitan Lorenzo Insigne.

Il primo a commentare il successo azzurro ai microfoni di DAZN è stato proprio Insigne: “E’ stato il modo più bello per festeggiare le 400 presenze in azzurro. Sono orgoglioso di questo traguardo, è una splendida emozione. Sono felice del successo e del primato in classifica, ma dobbiamo restare con i piedi per terra. Da capitano dico che in questo momento bisogna stare tranquilli, lavorare, proseguire a stare concentrati e seguire il mister. La strada è lunga”.

Dopo capitan Insigne, parola a Piotr Zielinski: “Sto migliorando sotto l’aspetto della condizione fisica. Dopo Leicester ho preso una botta alla caviglia, però, riesco a giocare. La posizione la conosco bene sia da mezzala che da trequartista. Le indicazioni di Spalletti? Il mister ci ha chiesto di attaccare lo spazio, Osimhen è stato bravo ad cercare la profondità. Sono contento per il suo gol e la vittoria più che per l’assist. Sono 5 anni che sto qui e mi hanno raccontato tutto quello che succede in quel caso. Ci penso ed è il sogno di tutta la gente. Dobbiamo continuare così. Sono qui da cinque anni e siamo sempre stati forti. Ounas spacca le partite, Anguissa ha subito fatto vedere le sue qualità. Poi c’è il mister che è un grande, ci ha dato la sua esperienza che da anni ha dato alle sue squadre. Speriamo di continuare così fino alla fine”.

A commentare la prova del Napoli è stato anche mister Luciano Spalletti: “Sono soddisfatto del successo ma potevamo chiuderla prima. Siamo andati in vantaggio subito, abbiamo mostrato qualità per gestire la gara, ma bisognava essere più bravi a concretizzare la superiorità. In queste circostanze non sai mai se una squadra può trovare il pareggio in un momento qualsiasi. In futuro dovremo stare più attenti perchè le sfide sono sempre insidiose. Sul primato? C’è ancora da crescere. Ci sono ampi margini ma dobbiamo farne di strada. La squadra è consapevole delle potenzialità però attorno a noi ci sono avversarie competitive. Ripeto che bisogna lavorare e restare sul pezzo”.

 

 

Nunzio Marrazzo