Napoli-Atalanta 2-1. El Pipita è un monumento, Insigne da rivedere: le pagelle

Termina con una vittoria degli azzurri la sfida che ha visto l’Atalanta contrapporsi al Napoli nella terzultima giornata di campionato. Una buona vittoria per gli uomini di Sarri, capaci di raggiungere il doppio vantaggio, salvo poi complicarsi la vita nei minuti finali, riuscendo però a tenere a distanza la Roma.

Napoli – Atalanta 2-1

Reina: Mai impegnato per 85 minuti, poi la solita regola non scritta: un tiro subito, un gol preso. Voto 6

Albiol: Qualche piccola leggerezza non macchia una prestazione sufficiente. Voto 6+

Koulibaly: Sempre preciso e attento. Voto 6.5

Hysaj: Poco propositivo nel primo tempo, spinge con costanza nella ripresa. Voto 6.5

Ghoulam: Come il suo dirimpettaio, migliora il rendimento offensivo nella seconda frazione. Voto 6.5

Allan: Sostanza e qualità, peccato la traversa. Voto 6.5

Jorginho: Quantità e ordine, padrone della mediana. Voto 6.5

Hamsik: Assist al bacio per la rete che apre la contesa, sfiora la gioia personale. Record di presenze in maglia azzurra: 401, terzo di sempre nella storia novantennale del nostro Napoli. Nonostante le tante, troppe ingenerose critiche che subisce, per lo slovacco, un semplice e sincero: Marek uno di noi. Voto 7

Insigne: Evanescente, non manca l’impegno. Voto 5.5

Callejon: Assist chirurgico per il 2-0, poi solito prezioso lavoro tattico. Voto 7-

Higuain: Due gol, il raddoppio e’ pura delizia calcistica, dialoga una meraviglia con i compagni. Senza quel maledetto pomeriggio friulano, avrebbe battuto il record di Nordahl, che resta comunque nel suo mirino. Campione assoluto, da non vendere. Voto 8.5

Subentrati:

Mertens: Sfiora tre volte la gioia personale, regala vivacità. Voto 6.5

El Kaddouri – Gabbiadini: Sportiello nega all’ex granata la segnatura. S.V.

Sarri: Primo tempo di controllo, gli azzurri fanno il gol e lasciano il pallino del gioco agli orobici, tenendo bene il campo. Ripresa da ‘Napoli’, Atalanta chiusa nella sua metacampo, Sportiello e qualche errore di troppo sotto porta, tengono il risultato in bilico. Peccato la rete subita nell’unica occasione lasciata ai bergamaschi, peccato continui a mancare il giusto cinismo e una buona dose di fortuna. Vittoria strameritata.

Due partite per concludere un campionato vissuto da protagonisti, due match da vincere, senza pensar agli avversari. Il nostro destino è solo nelle nostre mani.

Arbitro: Partita facile. Voto 6

Atalanta: Arrivati già salvi al San Paolo, i nerazzurri giocano la loro onesta partita. Compagine che senza patemi, conquista la sua ennesima permanenza in massima serie. Sportiello e’ il futuro portiere della nazionale italiana, va acquistato per la prossima stagione.

Pasquale Lucchese