Monopoli-Juve Stabia 4-2. Vespe sconfitte in rimonta, gialloblù ko al ‘Veneziani’

La Juve Stabia si impantana al ‘Vito Veneziani’ contro il Monopoli di Giuseppe Scienza. Dopo la brutta sconfitta casalinga contro la capolista Ternana, le vespe crollano anche in Puglia, rendendosi ancora una volta autrici di una prestazione a dir poco brutta. I gialloblù, dopo il doppio vantaggio maturato nei primi minuiti di gioco grazie alle reti di Orlando e Berardocco, si sono visti rimontati dalla formazione padrona di casa che ha messo le mani sulla vittoria grazie ai gol di Starita (doppietta), Paolucci e Bunino.

PARTENZA SONTUOSA DELLA JUVE STABIA, MA IL MONOPOLI C’È — La Juve Stabia di mister Pasquale Padalino approccia al match subito con grande fame e determinazione. Non a caso, i gialloblù impiegano appena cinque minuti per creare e realizzare la prima palla gol. Le vespe trovano la rete del vantaggio con Orlando che sfrutta un ottimo spunto di Scaccabarozzi spedendo la sfera in fondo al sacco. Subito dopo è nuovamente la Juve Stabia a rubare la scena e a siglare la rete del raddoppio, nato da un calcio di rigore procurato da Borrelli. Dagli undici metri parte Berardocco che non lascia scampo a Satalino. Il Monopoli prova a rispondere all’11’ sugli sviluppi di un calcio di punizione. Alla battuta va Lombardo che pennella per Piccinini, ma il suo stacco di testa termina sul fondo. Al 23’ è ancora la formazione di casa ad andare alla ricerca del gol, ma a chiudere la porta in faccia ai biancoverdi ci pensa Tomei. La squadra gialloblù torna a farsi pericolosa a ridosso della mezz’ora. A vestire i panni del protagonista è Cernigoi con una conclusione che termina di poco alta sopra la traversa. Al 32’ è ancora l’attaccante di proprietà della Salernitana a mettere i brividi alla formazione padrona di casa con una nuova bordata dal limite, ma Satalino fa buona guardia. Al 35’ è il Monopoli a riproporsi e a sfiorare la rete con Soleri. A mantenere saldo il punteggio per le vespe ci pensa un superlativo Tomei. Subito dopo è ancora Soleri a divorarsi una palla gol sugli sviluppi di un corner. Dopo i diversi tentativi, il Monopoli di Giuseppe Scienza accorcia le distanze trovando la rete grazie a Starita. Nei minuti conclusivi della prima frazione, nonostante il gol, la strada si fa in salita per la formazione biancoverde a causa dell’infortunio all’occhio di Bizzotto che costringe Scienza al cambio.

RIMONTA MONOPOLI, JUVE STABIA KO — Nella ripresa, diversamente da quanto accaduto in occasione della prima frazione, è il Monopoli a partire subito forte. I biancoverdi, dopo essere rientrati in partita, agguatando il pari grazie alla rete firmata da Paolucci. La squadra padrona di casa prova a sfruttare il momento favorevole per mettere alle strette la Juve Stabia di Padalino. Al 49’, infatti, sono ancora una volta i ragazzi di Scienza a mettersi in mostra con Soleri che sfiora la rete del vantaggio, negata da un provvidenziale di Tomei. La prima vera risposta della ripresa targata dei gialloblù arriva al 55’ con Berardocco che porta i suoi ad un passo dal gol stampando la sfera sul palo su calcio di punizione. Al 61’ è ancora la formazione termale a cercare la rete del vantaggio con un tiro dal limite di Orlando, ma la sfera termina alta. Nel finale Monopoli e Juve Stabia sfruttano le ultime energie rimaste per trovare il gol vittoria. Rete che trova la padrona di casa all’85’. A regalare il gol alla squadra di Scienza è Bunino. Un vantaggio che la formazione pugliese legittima nell’extra time siglando anche la rete del 4-2 con Starita. Dopo il ko con la Ternana, la Juve Stabia incassa la seconda sconfitta consecutiva contro il Monopoli.

IL TABELLINO DEL MATCH

MONOPOLI-JUVE STABIA 4-2 ( 1-2 pt)

MONOPOLI (3-5-2): Satalino; Riggio, Bizzotto (45’ Mercadante), Nicoletti; Lombardo (46’ Tazzer),Piccinni, Vassallo (88’ Arena), Paolucci, Zambataro (46’ Jakimovski); Starita, Soleri (68’ Bunino).

A disposizione: Taliento, Mercadante, Arena, Fusco, Steau, Bunino, Alba, Currarino, Samele, Jakimovski, Guiebre, Tazzer. Allenatore: Giuseppe Scienza.

JUVE STABIA (4-3-3): Tomei; Lia (58’ Codromaz), Allievi, Troest, Rizzo; Fantacci (59’ Bovo), Scaccabarozzi, Berardocco, Orlando (73′ Golfo);Cernigoi (67’ Romero), Borrelli (68′ Ripa). 

A disposizione: Lazzari, Russo, Romero, Mulè, Bovo, Guarracino, Ripa, Codromaz, Vallocchia, Golfo, Volpicelli, Oliva. Allenatore: Pasquale Padalino.

Direttore di gara: Paolo Bitonti di Bologna

Assistenti: Andrea Bianchini di Perugia — Antonio D’Angelo di Perugia

Quarto uomo: Ermes Fabrizio Cavaliere di Paola

Ammoniti: Starita (15’), Fantacci (28’), Nicoletti (54’), Rizzo (83’)

Espulsioni: 

Marcatori: Orlando (5’), Berardocco (9’), Starita (38’, 95’), Paolucci (46’), Bunino (85’)

Recupero: 2’ (pt), 5’ (st)

Nunzio Marrazzo