Milan. La carica di Mihajlovic: “Fiorentina-Napoli? Pensiamo a vincere noi”

“Ventura carica i suoi, come d’altronde devo fare anche io. Sarà una gara difficile. Stimo il tecnico del Torino e mi piace molto come gioca la sua squadra. Loro sono forti e hanno i tempi di gioco. Sono pericolosi in avanti e se qualcuno pensa che domani sarà facile, meglio che rimanga a casa”. Cos√¨ il tecnico del Milan, Sinisa Mihajlovic, alla vigilia dell’anticipo di domani sera a San Siro contro i granata. “Ventura è un grande allenatore, è uno dei miei preferiti. Forse meritava una grande squadra, ma ci sono anche i momenti e i treni giusti. Bisogna trovarsi nei momenti giusti. Ventura ha tutte le qualità per dirigere una grande squadra”, sottolinea ancora l’allenatore serbo che non lascia scelta alla sua squadra per la gara di domani. “Dobbiamo cercare di vincere a tutti i costi. Nelle prossime 3-4 partite si decide la nostra stagione. Non possiamo perdere altri punti contro squadre che sulla carta sembrano più deboli. Dobbiamo accorciare per arrivare più vicini al terzo posto e per poi giocarsela nel rush finale. Dobbiamo proseguire su questa strada – ha proseguito Mihajlovic -. Fuori casa con Roma e Napoli abbiamo pareggiato, abbiamo vinto in casa con Fiorentina e Inter. Ora dobbiamo vincere. All’andata buttammo via la gara, con loro che ci segnarano al primo tiro in porta. Dobbiamo vendicarci anche di questo”. Mihajlovic vede nel Milan “una squadra con l’anima. Ci crediamo e stiamo sempre in partita. Dobbiamo migliorare nel chiudere le gare. Per questo dico che i cambi sono fondamentali. Se ci credevamo di più contro il Napoli, negli ultimi minuti ne avevamo di più. Bisogna sempre provare a vincere la partita. Mi aspetto sempre molto da quelli che entrano a gara in corso e possono cambiare la partita”. Turno importante per il Milan, visto che sono in calendario altre gare che possono dare una mano alla rimonta dei rossoneri, a patto che la squadra di Mihajlovic batta il Toro. “Il risultato di Juventus-Inter non è un problema per noi. L’importante è che vinciamo noi. Anche Fiorentina-Napoli non mi interessa, dobbiamo fare i tre punti noi”. Poi Mihajlovic ribadisce un concetto che va ripetendo da diverse settimane e negli ultimi tempi i risultati gli stanno dando ragione. “Abbiamo dimostrato che chi sta davanti, non ha nulla in più di noi. Dobbiamo recuperare punti contro le più “piccole”. Dobbiamo rimediare e non fare gli errori dell’andata. Giocando contro le grandi si può vincere o perdere, mentre con le altre bisogna vincere a tutti i costi. Non c’è nulla di scontato, ma se giochiamo come sappiamo, ad esempio come con Fiorentina o Inter, possiamo vincere e possiamo fare punti. Abbiamo 6 punti in più rispetto al girone d’andata. Proseguiamo su questa strada e cerchiamo di vincere domani. Nel girone d’andata abbiamo avuto difficoltà con le grandi, mentre adesso non perdiamo. Si parla sempre di demerito degli altri, mai di merito nostro”.
C’è dell’altro che Mihajlovic vuole sottolineare: “magari dall’esterno si pensava che potessimo sprofondare dopo l’andata con il Napoli (i rossoneri persero 4-0 a San Siro, ndr), ma poi vedevo come andavano le cose all’interno e avevo una percezione diversa. Sapevo che mancava un pizzico di quel qualche cosa per farci svoltare. Sapevo che sarebbe arrivato. Speravo di risolvere i problemi prima, ma sapevo che ci sarei riuscito. I ragazzi sono stati bravi a crederci continuando a lavorare. Questa è la strada giusta”.
(ITALPRESS).