Mercato Serie A. Il punto sulle trattative di giornata

Una nuova, rovente settimana ha avuto quest’oggi il suo principio e, con i ritiri belli che avviati, la grande maggioranza delle compagini di A sta cominciando a prendere forma, con i nuovi innesti a puntellare rose dai trascorsi più o meno positivi. Ecco le trattative più importanti:

Genoa tenace– Continua il pressing rossoblù per Bizzarri: lo stesso Preziosi ha confermato l’interesse del club ligure per il (secondo) portiere della Lazio. In questi giorni le parti dovrebbero incontrarsi per sistemare il riscatto di Matuzalem (che lascerà definitivamente la Lazio), ottima occasione per discutere sui due fronti. Anche Chievo (a cui però piace soprattutto Ujkani) e Toro strizzano l’occhio all’argentino. Per la difesa Liverani ha un nome: Matias Silvestre; la trattativa non sarà delle più semplici, ma si può fare.
Numeri uno- E’ uno dei capitoli più caldi di questa sessione di calcio mercato, quello degli estremi difensori. Benussi parlerà con il Palermo, ma l’Udinese lo aspetta in A. Torino alla ricerca disperata del dopo-Gillet: piacciono Bizzarri (come su scritto), Pegolo e Sorrentino; ma il senese è corteggiato anche dal facoltoso Monaco di Ranieri, che vede in lui il “dodicesimo” ideale.
Grana Ilicic- Promesso da mesi ai viola, Josiph Ilicic vede di nuovo allontanarsi dall’Arno, dopo un tira e molla quasi estenuante. Gli addetti ai lavori danno l’affare per fatto da quasi un mese, ma la realtà è che un milione di euro divide le parti e che tra Palermo e Fiorentina, il terzo incomodo Liverpool sta complicando i giochi. Il club inglese è pronto a mettere sul piatto 12 milioni di euro, ma Zamparini dovrebbe accontentare il giocatore, che vuole ripercorrere le orme di JoJo.
Affare fatto- Il Livorno si conferma mina vagante di questo calciomercato e chiude per Greco e Givet, domani dovrebbe essere, invece, finalmente il giorno dell’ucraino Milevsky. Il Parma preleva dai Bohemians il giovane centrocampista Samsky e lo rigira in prestito al Nova Gorica. Lazio, Lotito tuona: “Poca riconoscenza per il nostro operato sul mercato. Candreva? Non si muove.” Intanto da Cagliari buone notizie per i tifosi sardi : il patron Cellino, da quanto rilasciato alle telecamere, non venderà i suoi gioielli Astori e Nainggolan ed un’ operazione del genere vale almeno quanto l’annuncio di un grande talento.
In alto mare– Avallato il sogno Zuniga, che se dovesse lasciare Napoli lo farà per la Juventus, continua la ricerca serrata dell’Inter di un esterno da offrire a mister Mazzarri; Isla è stato ufficialmente tolto dal mercato, ma i nerazzurri continueranno nella loro mediazione per abbassare le pretese (specie dell’ Udinese); se entro i prossimi due o tre giorni non si arriverà ad una conclusione, allora Branca e compagnia pigeranno l’acceleratore per Van der Wiel del PSG. Da Londra una proposta intrigante per i meneghini: il neo acquisto Wallace è extracomunitario ed ha problemi con i documenti del permesso di lavoro e non disdegnerebbe un prestito annuale a Milano. Jaanmat, intanto, attende istruzioni.

Maxi asta– Toro, Norwich e Valencia, ma anche Malaga e, per l’appunto, Catania: Maxi Lopez ha fatto breccia in diversi club, nonostante l’ultima stagione alla Samp, condita da più ombre (specie se ci riferiamo agli infortuni) che luci. Dovesse lasciare la Sicilia, la gallina bionda lascerebbe un buco da colmare con una punta della Primavera. Si tratta di Barisic, giovanissimo ariete sloveno che, in questi giorni ha assaporato l’ebrezza della convocazione in Nazionale A.
Condividi