Mazzarri: “Parlerò soltanto dopo la Roma”

“Parlerò del mio futuro dopo la partita della Roma”. Walter Mazzarri ha dribblato cos√¨ le domande dei giornalisti, durante la conferenza stampa pre Roma-Napoli, riguardo il suo futuro. ” Nel calcio ci vogliono i tempi giusti per tutto -ha proseguito il tecnico di San Vincenzo – e io voglio che tutti diano l’anima fino alla fine della stagione. Ci sono tre punti che potrebbero segnare la storia del Napoli. Se noi dovessimo vincere domani batteremmo il record di media punti assoluto del Napoli, superando anche il Napoli di Maradona. E questo è un motivo di orgoglio per me, per tutto il mio staff, per la squadra e per la Società”. Quattro anni intensi a Napoli quelli trascorsi da Mazzarri che è consapevole della crescita esponenziale del club e della squadra: “In questi quattro anni il Napoli è diventata la più grande realtà del campionato. Io penso che la vittoria va rapportata a certi parametri. E noi in questi quattro anni abbiamo vinto. Noi sinora abbiamo fatto qualcosa di eccezionale. Ci sono numeri di campo e numeri sportivi che fanno del Napoli una squadra vincente. Il grande successo è essere competitivi per lo scudetto, poi che lo si vinca o meno è già di per sè una vittoria, perchè continuando di questo passo si potrebbe conquistarlo in futuro. Già quest’anno con un po’ più di fortuna poteva accadere qualcosa di straordinario. La Juve ha meritato lo scudetto ma noi siamo stati competitivi e questo è un gran traguardo. Il Napoli – ha spiegato il tecnico livornese – è stato ad alti livelli in questi quattro anni rispettando le regole del fair play finanziario. Ed è per questo che dico che il Napoli è stata la squadra più forte nel lungo periodo, non la seconda, ma la più forte del campionato. La crescita esponenziale che abbiamo avuto credo sia il successo più importante in assoluto. Oggi la Società dà garanzie future solide per poter vincere. La squadra disputerà per il secondo anno la Champions con maggiore esperienza e forza della prima volta”. Stagione importante quella che sta per volgere al termine ma con qualche rimpianto: “Volevo vincerle tutte, ma so che è impossibile. A parte questa provocazione, è cos√¨ che intendo il calcio io. Quando sono arrivato al Napoli tutti voi avreste mai pensato che dal quintultimo posto saremmo arrivati in Europa? Io dico che queste cose sono straordinarie, cos√¨ come la crescita costante. Un rammarico ci può sempre stare, ma c’è soprattutto soddisfazione per ciò che abbiamo ottenuto. E ringrazio la Società per la massima fiducia che mi ha sempre concesso”.


 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *