Maracanà Acerra C5. Il recupero di campionato va all’Atletico Sorrento

Un passo avanti, uno indietro. Recupero di campionato amarissimo per il Maracanà, che nel Wednesday match esce malconcio dalla costiera, cedendo il passo ad un Atletico Sorrento determinato e quadrato in campo.

Mister Rescigno recupera De Rosa, ma deve fare a meno delle defezioni dell’ultim’ora di Piscopo e Ranavolo, schierando in campo dal primo minuto il quintetto composto da Tardi tra i pali, Auricchio al centro, Flaminio e Fiorentino sugli esterni e Barbi in attacco. Risponde mister Russo con Vinaccia tra i pali, De Vivo al centro con Marcia e Maresca sugli esterni e capitan Inserra da pivot.

Nei primi dieci minuti continui cambi di fronte delle due squadre che si affrontano a viso aperto ma succede nulla o poco: in un impianto avente scarsa visibilità per un contenuto numero di riflettori ed un illuminazione a dir poco cimiteriale, la partita si sblocca al minuto 11. De Vivo, servito da calcio d’angolo, ci prova da fuori (quasi metà campo) con un fendente rasoterra che passa tra Auricchio e Fiorentino e supera anche Tardi. 1-0. Gli azzurri provano a rispondere con Barbi che al 18′ libera il sinistro dove però Vinaccia fa un figurone e respinge come può. I padroni di casa amministrano bene la palla, mantenendo il ritmo altissimo difendendosi bene e praticando ripartenze veloci dove in un paio di occasioni è Tardi a metterci una pezza. Al 23′ però Marcia apparecchia bene sull’esterno per Inserra che incrocia alla grande sul secondo palo, sorprendendo Tardi. 2-0. Entra De Rosa, assente da due mesi dal terreno di gioco ma l’ultimo sussulto del primo tempo porta la firma di Bigliardo, con il suo diagonale che finisce di poco fuori.

Nella ripresa capitan De Rosa tenta di caricarsi la squadra sulle spalle e alla prima occasione calcia a porta, trovando l’ottimo estremo locale sulla via tra lui ed il gol. Al 5’st però, all’ennesimo tentativo, il Maracanà accorcia: De Rosa suggerisce per Bigliardo che prima elude l’intervento del centrale di casa e di sinistro calcia all’angolino. 2-1. Un minuto dopo è ancora De Rosa a provarci, ma Vinaccia, costretto a fare gli straordinari, devia in angolo. Gli azzurri non brillano e viaggiano a corrente alternata, sicch√© i locali approfittano: Giuseppe Maresca salta un distratto Giovanni Schiavone, serve Manzo sulla sinistra che colpisce a rete, trovando l’opposizione di Tardi; sulla ribattuta del portiere è ancora De Vivo a sibilare il pallone in rete. 3-1. Al 12’st ancora un sussulto azzurro con Barbi che serve De Rosa il quale calcia sul secondo palo dove Fiorentino impatta sicuro, trovando però sulla propria strada ancora Giuseppe Maresca che interviene sulla linea e mette fuori. La partita scorre veloce con i costieri che tentano prevalentemente di tenere palla per disinnescare tutte le possibili iniziative della squadra acerrana. Intorno al 15’st perviene al tiro proprio De Rosa dove trova però, ancora l’opposizione di Vinaccia. Al 21’st è lo stesso folletto acerrano a servire un ottimo passaggio che Fiorentino di potenza spedisce sotto la traversa. 3-2. Un minuto dopo è l’altro Maresca, Raffaele, ad impaurire gli azzurri: il missile di sinistro si infrange sulla traversa. Al 23’st prima De Rosa e poi Auricchio assaporano e sognano il colpo del possibile pareggio ma ogni sforzo diventa vano sul finire di gara, dove i biancazzurri vanno due volte in gol. Vinaccia rilancia lungo con le mani, Raffaele Maresca riceve e spara in porta, incolpevole Tardi ma grossolano l’errore di disattenzione degli azzurri. 4-2. Nel secondo minuto di recupero c’è gloria anche per Gargiulo che servito da De Vivo non manca l’appuntamento col gol. 5-2

Finisce con la prima vittoria in C2 nella storia a favore dell’Atletico Sorrento e la delusione degli azzurri, che dovranno smaltirla in fretta: sabato al Maracanà arriva il Cus Napoli.

Condividi