Maddalonese. Granata straripanti, poker serivto al Neapolis

Una Maddalonese da applausi vince a Mugnano contro il Neapolis con il medesimo 4-0 dell’andata. Terza vittoria consecutiva in trasferta, quarto successo nelle ultime cinque gare e secondo posto blindato in attesa delle due partitissime clou con Real Aversa e Boys Caivanese. Una prestazione da applausi per i ragazzi di mister Portone che hanno letteralmente dominato gli avversari e portato a casa l’intera posta in palio. Neapolis capace di disputare un buon primo tempo, senza timori reverenziali e con delle buone iniziative in fase d’attacco. L’espulsione arrivata proprio alla fine della prima frazione di gioco ha letteralmente scombussolato i piani dell’undici guidato da mister Peluso, incapaci di tenere a bada le ripartenze della Maddalonese. Per i granata il classico successo corale costruito attraverso un gioco ficcate e migliore tenuta atletica. Eppure, la prima mezz’ora è tutta di marca Neapolis, con i “gialli” che si affacciano per ben tre volte pericolosamente dalle parti di Cerreto. Al 20’ ci pensa Festa a scaldare le mani al portiere con un tiro dai venti metri. Al 26’, la mezza rovesciata in area di Durazzo, costringe l’estremo difensore a una respinta in tuffo. Palla gol clamorosa al 30’ su punizione di Giorgio dal limite dell’area respinta sulla linea da De Fenza a portiere battuto. Da questo momento sale in cattedra l’autorità e l’esperienza della Maddalonese che affonda il colpo. Al 38’ azione prolungata dei granata: Pingue con un tiro di prima intenzione costringe Giordano ad un intervento prodigioso, Zacchia si avventa sulla ribattuta e crossa in area dove arriva Barletta che in mezza rovesciata realizza l’ennesimo gol gioiello (il n.11 in stagione) per il vantaggio. Il primo tempo si chiude con un episodio che sbilancerà non poco le sorti dell’incontro. Durante l’ingresso negli spogliatoi vengono espulsi Della Ventura e Pollice per reciproche scorrettezze. Un “rosso” che peserà tantissimo nelle fila Neapolis. Nel secondo tempo la Maddalonese spegne subito le ambizioni dei padroni casa. Al 54’ angolo di Barletta e Verdicchio prende l’ascensore, svettando più in alto di tutti per il raddoppio. Partita in ghiaccio e testa già al Real Aversa al minuto 61’: Foresta trova lo spazio impossibile per imbeccare Di Pietro che scatta sul filo del fuorigioco e solo davanti al portiere, scarica sotto la traversa l’ottavo sigillo personale che vale lo 0-3. Finale di partita con girandola di cambi e tante occasioni sul taccuino: al 75’ Liccardi parte in contropiede e dopo essere entrato in area fa partire un delizioso tiro a giro che si stampa sul palo. Al 78’, Catena viene atterrato in area per il netto rigore decretato al Neapolis: lo specialista Giorgio spara incredibilmente alle stelle. All’88’ azione caparbia di Pingue che sfrutta una dormita della difesa per siglare il definitivo 0-4 che conferma lo splendido periodo di forma del centrocampista. Maddalonese straripante per una vittoria che permette di fare il pieno di fiducia nel serbatoio granata.

NEAPOLIS-MADDALONESE 0-4

NEAPOLIS: Giordano, Grieco (78’ Carlino), Pollice, Festa, Mollo (69’ Catena), Scuotto, Germoglio (61’ Polverino), Leone, Giorgio, Vallefuoco (76’ Esposito), Durazzo. A disposizione: De Stefano, Ricciolio, Sarnataro, Imperatore, Pipolo. Allenatore: Peluso

MADDALONESE: Cerreto, Farina, Zacchia, Laezza (61’ Desiato), De Fenza, Barletta (66’ Liccardi), Pingue, Della Ventura, Foresta, Di Pietro (66’ Mastroianni), Verdicchio (58’ Diana). A disposizione: Sodano, Ndyiae, Errico, De Domenico, Di Vico. Allenatore: Portone

ARBITRO: Diomaiuta di Salerno

MARCATORI: 38’ Barletta, 54’ Verdicchio, 61’ Di Pietro, 88’ Pingue

AMMONITI: Foresta, Zacchia, Pingue

ESPULSI: Pollice e Della Ventura al 45’ per reciproche scorrettezze

Condividi